Lingua   

Both Sides the Tweed

Dick Gaughan
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti

Guarda il video

la canzone è eseguita dall'autore, Dick Gaughan, in un duetto con Emmylou Harris


Altri video...


Ti può interessare anche...

One Miner's Life
(Ed Pickford)
Revolution
(Dick Gaughan)
Why Old Men Cry
(Dick Gaughan)


"Both sides the Tweed" (Su entrambe le sponde del Tweed) è una canzone sul Trattato di Unione tra Scozia ed Inghilterra. Dick Gaughan la scrisse nel 1979 e fu pubblicata nel suo album "Handful of Earth" (1981).

L'Union Bridge costruito nel 1820 unisce l'Inghilterra e la Scozia, il cui confine è segnato in quel punto dal fiume Tweed
L'Union Bridge costruito nel 1820 unisce l'Inghilterra e la Scozia, il cui confine è segnato in quel punto dal fiume Tweed


La parte iniziale del testo fa riferimento alla corruzione che all'epoca caratterizzò i negoziati che portarono, infine, all'Atto di Unione tra Scozia ed Inghilterra nel 1707, secondo termini che i nazionalisti ritengono abbiano arrecato profondi danni alla cultura scozzese, ma il seguito della canzone è favorevole a un futuro di conciliazione, contrariamente a quanto si augura il più duro nazionalismo separatista scozzese. Il titolo si riferisce infatti al Tweed, il fiume che segna appunto parte del confine tra Scozia ed Inghilterra, e le parole del ritornello auspicano una vera fratellanza e una vera unione, basate sul rispetto delle rispettive differenze culturali, sull'onore e sull'amicizia (anzichè sulla corruzione), tra entrambe le sue rive, quindi le due nazioni.

Covers della canzone: i Capercaillie, nel loro album "Sidewaulk" (1989), e Mary Black, nel suo album "Collected" (1984) e nella compilation "Song for Ireland" (1998). Dick Gaughan la ha eseguita in duetto con Emmylou Harris.
What's the spring-breathing jasmine and rose?
What's the summer with all its gay train
Or the splendour of autumn to those
Who've bartered their freedom for gain?

Let the love of our land's sacred rights
To the love of our people succeed
Let friendship and honour unite
And flourish on both sides the Tweed

No sweetness the senses can cheer
Which corruption and bribery bind
No brightness that gloom can e'er clear
For honour's the sum of the mind

Let the love of our land's sacred rights
To the love of our people succeed
Let friendship and honour unite
And flourish on both sides the Tweed

Let virtue distinguish the brave
Place riches in lowest degree
Think them poorest who can be a slave
Them richest who dare to be free

Let the love of our land's sacred rights
To the love of our people succeed
Let friendship and honour unite
And flourish on both sides the Tweed

inviata da Ginny Proud - 17/6/2020 - 17:21


Dick Gaughan in realtà ha apportato delle modifiche a un testo tradizionale di cui ha riscritto anche la melodia.
In Terre Celtiche Blog ho ricostruito l'origine dal brano a partire da James Hogg (1817): il testo è centrato sullo sdegno verso i politicanti corrotti che hanno ceduto la sovranità della Scozia al Parlamento Inglese (Act of Union più comunemente l'Union Jack del 1707)

Nel 1979 l‘SNP (lo Scottish National Party) riuscì ad organizzare un referendum per la formazione di un parlamento scozzese che non raggiunse il quorum. In quell’occasione Dick Gaughan riscopre il brano di Hogg, lo riscrive in minima parte e ci mette la sua melodia, per rivendicare ancora una volta il diritto all’autonomia come l’unico modo per riportare rispetto reciproco tra i popoli d’Inghilterra e della Scozia.

Così scrive nel suo sito:
'The tune has been the subject of some speculation and argument. So far as I am aware, I actually composed it and am highly flattered by the presumption that it is traditional, with people claiming to have known it for several decades, if not centuries.
'For one writing songs in a ‘traditional’ genre, this is the highest compliment imaginable. Like all tunes composed within any aesthetic, it is inevitable that it has similarities to and contains phrases and quotes from earlier tunes. However, if someone can provide a printed or recorded source to prove the existence of this tune prior to 1979 then I'd be delighted to acknowledge that I unconsciously used a traditional tune.'

Cattia Salto - 18/6/2020 - 00:16




Lingua: Italiano

traduzione italiana di Cattia Salto
Sulle due sponde del Tweed versione di Dick Gaughan
SULLE DUE SPONDE DEL TWEED

Cos’è la primavera che odora di gelsomino e rosa?
Cos’è l’estate con il suo manto fiorito (1)?
Cos’è lo splendore dell’autunno per coloro
che hanno barattato la propria libertà per il profitto?

Che l’amore dei sacri diritti della nostra terra (2)
vada insieme con l’amore per il nostro popolo, (3)
e si uniscano l’amicizia e l’onore (4)
per fiorire sulle due sponde del Tweed.

Nessuna bellezza può rallegrare i sensi
che corruzione e concussione abbagliano;
nè luce rischiarare mai quel buio, ,
perché il sommo della mente è l'onore.

Che l’amore dei sacri diritti della nostra terra
vada insieme con l’amore per il nostro popolo,
e si uniscano l’amicizia e l’onore
per fiorire sulle due sponde del Tweed.

Chi ha coraggio possa distinguersi per il valore
perché ha stimato nulla le ricchezze,
considerando più povero
colui che diventa schiavo
e più ricco chi osa essere libero.

Che l’amore dei sacri diritti della nostra terra
vada insieme con l’amore per il nostro popolo,
e si uniscano l’amicizia e l’onore
per fiorire sulle due sponde del Tweed.
(1) letteralmente "allegro corteo" ma anche, riferito ad un abito: strascico, coda. In senso figurato quindi "manto di fiori"
(2) i sacri diritti della nostra terra invece dei diritti della monarchia
(3) Hogg scrive "country"
(4) il concetto di onore si presta a molte manipolazioni e fraintendimenti. In questo contesto Hogg lo usa nel suo significato più antico dal latino honor "carica pubblica" ossia quel percorso (o se vogliamo carriera) che il politico romano poteva svolgere di carica in carica man mano più alta, quale servitore dello Stato, facendo appello alla sua capacità personale e alla stima. L'onore era quindi sinonimo di dedizione votata al sacrificio per la Patria, rispettabilità della persona e premio, cioè riconoscimento del valore. L'onore si merita e si guadagna e si costruisce sul senso di responsabilità che è nello stesso tempo personale ma anche pubblica.

inviata da Cattia Salto - 18/6/2020 - 00:37


Da aggiungere al precedente
Nel 1817 James Hogg (1770 – 1835) ebbe l'incarico dalla "Highland Society of London" di raccogliere i canti giacobiti a cavallo del Settecento, uno scorcio della storia della Scozia tra il 1689 e il 1746. Hogg trascrisse quelli che si tramandavano nelle campagne, e probabilmente molti li "riscrisse" o li compose ex-novo; così  per "Both sides the tweed"

Cattia Salto - 18/6/2020 - 00:38




Lingua: Inglese

La versione in The Jacobite Reliques 1819
THE JACOBITE RELIQUES 1819

What’s the spring-breathingjess’mine and rose,
What’s the summer, with all its gay train,
Or the plenty of autumn, to those 
Who’ve bartered their freedom for gain?
Chorus
Let the love of our king’s sacred right (1)
To the love of our country succeed;
Let friendship and honour unite,
And flourish on both sides the Tweed.

No sweetness the senses can cheer,
Which corruption and bribery blind;
No brightness that gloom e’er can clear,
For honour’s the sun of the mind.
IV
Let virtue distinguish the brave,
Place riches in lowest degree;
Think him poorest who can be a slave,
Him richest who dares to be free.
V
Let us think how our ancestors rose,
Let us think how our ancestors fell,
The rights they defended, and those
They bought with their blood we’ll ne’er sell.
(1) Già Robert Burns aveva denunciato l'Unione come un accordo commerciale e i parlamentari scozzesi "comprati e venduti in cambio dell'oro inglese" ma la questione più spinosa fu anche la successone alla Corona affinchè fosse sempre il ramo protestante della dinastia Stuart a regnare. Alla fine l'ultimo cattolico degli Stuart a rivendicare la corona fu il "Bonnie Prince Charlie" che trovò la sconfitta a Culloden e con lui i clan Highlanders che lo sostenevano: la ritorsione fu dura e drastica con l'interdizione alla Scozia di manifestare la propria identità culturale.

inviata da Cattia Salto - 18/6/2020 - 01:02




Lingua: Italiano

Traduzione italiana della versione di Hogg
(Cattia Salto)
Cos’è la primavera odorosa di gelsomino e rosa?
Cos’è l’estate con il suo manto fiorito?
Cos’è lo splendore dell’autunno per coloro
che hanno barattato la libertà per profitto?

Che l’amore dei sacri diritti del nostro Re,
vada insieme con l’amore per il nostro paese,
e si uniscano l’amicizia e l’onore
per fiorire sulle due sponde del Tweed.

Nessuna bellezza può rallegrare i sensi
che corruzione e concussione abbagliano;
nè luce rischiarare mai quel buio,
perchè il sole della mente è l'onore

Chi ha coraggio possa distinguersi per il valore
perché ha stimato nulla le ricchezze,
considerando più povero chi diventa schiavo
e più ricco chi osa essere libero.

Lasciateci ricordare come i nostri antenati
si sollevarono e siano caduti
per difendere i diritti e ciò che essi comprarono
con il loro sangue, noi non dovremo mai vendere!

inviata da Cattia Salto - 18/6/2020 - 01:11



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org