Lingua   

Subdivision

Fifteen
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

The End
(Fifteen)


[1991]
Album: Swain's First Bike Ride


Canzone pacifista dei Fifteen, un inno contro la guerra e contro le divisioni tra essere umani, il gruppo sogna un mondo in pace e armonia, senza né vincitori né vinti, ma solo cooperazione e fratellanza
Johnny won the war today, he found out that no one wins
Just a simple interchange between this and that
And it's really all the same
And races and places just create another subdivision
And one man's enemy is another mans Brother

Johnny won the war today narrowly avoided going insane
But it all seems quite plain and it seems quite plain
It seems quite plain to me that one mans enemy is just the same As You And Me, You and Me

White man, black man, yellow man, red man
This side, That side, You're wrong, I'm right
Every division is artificial
Ain't no reason to right anyone we're all the same mankind
We all possess the same life
And sometimes I wonder if selfishness
Will be our end

I have a dream today that all the armies will walk away and go home to celebrate
Love and life and laughter
I dream the end of win and lose
Because there's no Victory without
Cooperation
In a world so full of enemies
I dream the end of competition
And five billion people
Learnin' to lose their fear of one another
I dream of a world free of enemies
So we can live together in PEACE

inviata da Matteo Borgnis - 17/5/2020 - 13:44



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Matteo Borgnis
Johnny ha vinto la guerra oggi, ha scoperto che nessuno vince, è solo un interscambio tra questo e quello, ed è davvero la stessa cosa.
Razze e confini creano solo un'altra suddivisione e il nemico di un uomo è il fratello di un altro uomo.

Johnny ha vinto la guerra oggi, ha evitato di diventare pazzo.
Sembra tutto abbastanza chiaro, sembra abbastanza semplice per me, quel nemico è uguale a me e a te, me e te.

Uomo bianco, uomo nero, uomo giallo, uomo rosso
Da questa parte, da quella parte, tu hai torto, io ho ragione.
Ogni divisione è artificiale.
Non c'è alcun motivo per mettere in riga nessuno, siamo tutti la stessa umanità, tutti noi possediamo la stessa vita.
A volte mi chiedo se l'egoismo sarà la nostra fine.

Oggi ho un sogno, che tutti gli eserciti tornassero a casa per festeggiare l'Amore, la Vita e le risate.
Sogno la fine della vittoria e delle sconfitta, perché non c'è vittoria senza Cooperazione
In un mondo così pieno di nemici sogno la fine della competizione e che cinque miliardi di persone imparassero a perdere la paura uno dell'altro.
Sogno un mondo privo di nemici così che potremmo vivere tutti insieme in PACE.

17/5/2020 - 14:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org