Lingua   

Lo Straniero

Daniele Coccia Paifelman
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Città fantasma
(Assalti Frontali)
Piss Factory
(Patti Smith)
L’U.A.
(Charles D'Avray)


2017
Il cielo di sotto
sotto
A questa latitudine c'è poco da scherzare
La polizia non ci fa sconti e l'acqua non va al mare
Oggi è un giorno di festa non sento più sparare
E nei tuoi occhi stanchi io mi potrò fermare
Oggi tornano i conti ma è presto per parlare
È presto per partire e per dimenticare
Di quando ero straniero e tu non mi sorridevi
Non c'era nessun sollievo nemmeno a ridere o a bere
Poi m'hanno fatto soldato e quando sono tornato
Tu mi hai portato un bicchiere e sei rimasta con me

Con questo brutto tempo tutto da bestemmiare
La forma delle cose porta corna d'animale
Oggi è un giorno deserto, d'insonnia, di zanzare
E un porco ingrassa con gli avanzi dietro all'ospedale
E tu mi dici portami al mare
Dobbiamo fare in fretta sta arrivando il temporale
Sai solo dirmi di non guardare
I nostri sogni fatti a pezzi per poter campare

inviata da Dq82 - 28/3/2020 - 17:25



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org