Lingua   

Wily Wily

Ghali


Ti può interessare anche...

Comme dans un film
(MC Solaar)
Vossi Bop
(Ghali)


(2016)
Album: Lunga Vita a Sto (2017)
Testo, note e traduzione delle parti in arabo da genius

Wily Wily


“Wily Wily” è un singolo del rapper Ghali, uscito il 10 Maggio 2016, prodotto da Charlie Charles, producer che ha più volte collaborato con l'artista.

L'argomento principale della canzone sono gli stereotipi riguardanti gli stranieri.

Una parte del testo è in arabo tunisino, a sottolineare l'internazionalità della canzone.

Salam alykom salam alykom
Son venuto in pace
Questa guerra, questa merda
Giuro, wallah, fra' non mi piace

Tuo padre, è meglio se lo avvisi
Ho capito che c’è la crisi e
In TV ci riempion di stronzate e
Le palle girano come frisbee
Ma tu digli che sono un tipo easy
Figlio di ma' e i suoi sacrifici
Sisisi, credo in Dio
Tu pensi che l’Islam sia l’Isis perché:

Hai un amico marocchino
E ti ha insegnato solo parolacce
A mandare a fare inculo
E forse forse pure a dire grazie
Salam alykom salam alykom
Son venuto in pace
Questa guerra, questa merda
Giuro, wallah, fra' non mi piace [1]
Io sono un negro, terrorista
Culo bianco, ladro bangla e muso giallo
Trasformo Baggio in un posto più bello
Questa pioggia è uno sballo
Spero solo fra' quest'oscurità sia solo un abbaglio
Ti prego dimmi chi ci difende da chi dovrebbe farlo [2]
Oh oh oh, cosa tocchi guarda che non la tengo la
Giro per il mondo col braccio che penzola
Ho lasciato il cervello sulla mensola
Qualcosa borbotta dentro la pentola

Aman aman
Habibi
Ya nor l3in

Ndiro lhala sans pitiè
Fratello ma 3la balich
En ma vie ho visto bezaf
Quindi adesso rehma lah
Ndir lhala sans pitiè
Fratello ma 3la balich [3]
En ma vie ho visto bezaf
Quindi adesso rehma lah
Baba menchoufuch [4]
Wily Wily, Nari Nari [5]
3andi dra 9addech
3andi dra 9addesh
3andi dra 9addech
Nari Nari, Wily Wily
W y golouly kifech
W y golouly kifech
W y golouly kifech
Wily Wily, Nari Nari
Sa7by lascia stare
Non voglio più stress
Nari Nari, Wily Wily
Khoya [6], come sto?
Hamdoullah lebes

L'Italia non è una fattanza ma una fattura
La mia vita è in ballo mentre ballo sotto la luna
Zombie zombie ballan' zumba fino alla chiusura
La mia ignoranza interessa più della tua cultura

Non sopporto chi parla dai tasti
Vigliacchi con code di paglia, codardi
'Sti padri che non sanno farlo
E ci rendon bastardi
Chi cambia in presenza di altri
Odio quando mi spavento fra, in mezzo agli abeti
Tu che impari una parola nuova e la ripeti
Chi infama e non parla quando lo vedi
Chi ti dice "in bocca al lupo" e spera che crepi
Il popolo italiano che si fa bere
Mia mamma che guarda la tele
Uno stato che cambia il presidente
Il presidente che non cambia il quartiere
Torno dalle ceneri e dagli angoli bui
Mai chiesto niente indi per cui
Ma3labelich on s'en bat les couilles [7]
Ora fai entrare lui, lui, lui e lui

Aman aman aman aman
Habibi
Ya nor l3in

Ndiro lhala sans pitiè
Fratello ma 3la balich
En ma vie ho visto bezaf
Quindi adesso rehma lah
Ndir lhala sans pitiè
Fratello ma 3la balich
En ma vie ho visto bezaf
Quindi adesso rehma lah
Baba menchoufuch
3andi dra 9addech
3andi dra 9addesh
3andi dra 9addech
W y golouly kifech
W y golouly kifech
W y golouly kifech
Sa7by lascia stare
Non voglio più stress
Khoya, come sto?
Hamdoullah lebes
Wily Wily, Nari Nari
Hamdoullah lebes
Hamdoullah lebes
Hamdoullah lebes
Nari Nari, Wily Wily
Hamdoullah lebes
Hamdoullah lebes
Hamdoullah lebes
Wily Wily, Nari Nari
Sa7by lascia stare
Nari Nari, Wily Wily
Non voglio più stress
Khoya, come sto?
Hamdoullah lebes

L'Italia non è una fattanza ma una fattura
La mia vita in ballo mentre ballo sotto la luna
Zombie zombie ballan' zumba fino alla chiusura
La mia ignoranza interessa più della tua cultura
[1] Ghali odia la guerra che si sta svolgendo in questo periodo e usa il termine ‘Wallah’ che in arabo significa ‘giuro su dio’.

[2] Ghali sembra riprendere una scena del film francese del 1995 L'odio (La Haine), divenuto celebre in ambito rap, specialmente in Europa. Il film prende spunto dall'uccisione di un ragazzo delle banlieue parigine da parte della polizia francese.

“Chi ci difende dalla polizia?” è questo il concetto espresso dal film e, di riflesso, dallo stesso Ghali.

[3] Ghali mischia in 4 barre, 3 lingue diverse: l'italiano, l'arabo e il francese.
Essendo nato in una famiglia tunisina conosce bene l'arabo e il francese. Mentre crescendo in italia ha imparato bene l'italiano.

“Ndiro lhala sans pitiè” significa “facciamo un casino senza pietà”, Ghali vuole dire che con il rap fa parlare di sè. Il livello di fama a cui è arrivato è notevole e può ritenersi soddisfatto di quello che sta facendo.
Per questo a lui non interessa (ma 3la balich) delle critiche.
Nella sua vita ha vissuto, e visto di tutto (en ma vie ho visto bezzaf), e adesso si prende la sua rivincita con il rap e la musica.
Rehma lah vuole dire “nessuna pietà”, che può riferirsi a tutti gli altri rapper che non possono competere e vengono “uccisi” metaforicamente da lui. Quindi adesso si prende la sua rivincita in poche parole.

[4] Papà non lo vedo.

Perché glielo han “tolto”: in “Marijuana” dice “Mi hanno tolto un padre, A.C.A.B. io non l'ho mai detto”. Il padre di Ghali fu arrestato per possesso di cocaina.

[5] Wily wily, nari nari è un modo di dire arabo usato per descrivere situazioni generalmente negative, non ha traduzione italiana, ma l'esclamazione che più si avvicina ad essa è “oddio”, “mamma mia”.

[6] Khoya vuol dire fratello, a volte abbreviato da altri rapper di origine nordafricana come “kho”.

[7] Non ha mai chiesto niente, quindi se ne sbatte le palle (s'en bat les couilles) delle critiche.
E non le ascolta neanche (ma Ma3labelich = non lo sapevo).
Quindi puoi pure provare a fare entrare in gioco tutti gli altri rapper, che non saranno mai al suo livello.

“Ma3labelich” significa in questo caso “non ci penso” “non me ne frega”.

8/2/2020 - 00:25



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org