Lingua   

Non mi rappresentate

Dante Francani
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Terra amer
(Dante Francani)
Ode all'Anarchia
(Dante Francani)
Pindaro
(Dante Francani)


[2020]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Dante Francani

Dante Francani.
Dante Francani.


Dante Francani, sarà bene ricordarlo o farlo presente a chi non lo conoscesse, fa tuttora l'operaio metalmeccanico in provincia di Teramo, dove è nato; non si avesse a dire, come fanno tanti in modo “bipartisan” (o "biciarlatan", per meglio dire), che è uno che parla della classe operaia per sentito dire. Per il resto, penso che ogni altro commento sia del tutto superfluo: basta ascoltarla e leggerla, la sua canzone. Ci siamo messi appositamente a trascriverla proprio per questo. [CCG/AWS Staff]
Cadono i governi come fossero birilli,
Ma, di noi italiani, i problemi sempre quelli.
Cambiano la faccia ed anche il simbolo al partito,
Del buonsenso non v'è traccia ormai: l'avete ucciso.

Fuggono la guerra i disperati senza pace,
Metton piede a terra, e l'ignoranza più feroce
Vuole rispedirli a calci in culo a casa loro,
Che ci rubano le donne, il cibo ed il lavoro.

Ignoranza e populismo van di pari passo,
Maggioranze pilotate fanno solo chiasso,
Il potere vigila dall'alto questa scena,
Vigila e controlla, però senza darsi pena.

Quante ne ho sentite di campagne elettorali,
Con bugie, promesse, slogan, selfie e gran finali
Ma non una sola in cui, però, facce di marmo,
Avete messo al centro la questione del disarmo.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.
Non mi rappresentate,
Quando un quindicenne spara,
Voi gli avete dato la pistola.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.
Non mi rappresentate,
Anzi, non vi permettete
Di nominare invano il popolo sovrano.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.

L'operaio ed il pompiere muoiono al lavoro,
Stritolati da un sistema che han voluto loro,
Loro, i burattinai che muovono le masse,
A cui danno Champions' League, gioco d'azzardo e tasse.

Ciò che non accetto e che mi sembra surreale
È l'avanzata dello smottamento culturale,
Questo fiume in piena senza ostacoli che avanza,
Rompe gli argini, straripa: evviva l'ignoranza.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.
Non mi rappresentate
Per la plastica nel mare,
Voi che non lo dite neanche a scuola.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.
Non mi rappresentate,
Anzi, non vi permettete
Di tradire il mare mentre issate la bandiera blu.

Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.
Non mi rappresentate!
Non mi rappresenterete mai.

inviata da Daniela -k.d.- - 15/1/2020 - 11:19



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org