Lingua   

Paname

Litfiba


Ti può interessare anche...

Les Grognards
(Édith Piaf)
Da raccontarti all'alba
(Gianni Maroccolo)
Santiago
(Litfiba)


(1988)
da Litfiba 3

Piero Pelù - voce
Antonio Aiazzi - tastiera
Ghigo Renzulli - chitarra
Gianni Maroccolo - basso
Ringo De Palma - batteria
Francesco Magnelli - magnellophoni



Corteo di maschere colora i muri


Chi sono i protagonisti di questa sfilata che percorre i viali della capitale francese?

Forse (riprendiamo un commento di Gianpaolo Papa su youtube) sono i clochard, i senzatetto parigini, che Pelù chiama anche "corteo di maschere", ovvero le maschere delle loro facce ormai sfigurate da anni di sofferenze. E proprio per questo bloccate in smorfie che sembrano sorrisi. Quando dice "è carnevale" non si riferisce veramente al carnevale, ma al fatto che i gruppi di senzatetto guardati nelle strade sono così sfigurati, ma allo stesso tempo coloratissimi da sembrare un carnevale. Un carnevale di persone che gridano vendetta e guerra ("et guerre" viene detto nella versione originale). La classe operaia e povera nei primi del '900 chiamava Parigi "Paname", e questo modo di chiamarla rimase nell'uso fino ai giorni nostri. Deriva dal cappello di paglia chiamato Panama che a partire dall'esposizione mondiale della fine dell'800 fu presentato a Parigi e spopolò tra i ricchi borghesi. I poveri chiamavano Parigi col nome del cappello dei ricchi per sottolinearne la vanità e la corruzione (lo scandalo di Panama). I "grognards et grenadiers" ce l'hanno con me, ovvero "la polizia" che si accanisce contro i senzatetto. Ma la notte è del rivoluzionario che sogna la rivolta.

Ma les grognards (termine che originariamente indica i soldati della guardia imperiale di Napoleone), nella canzone di Édith Piaf chiaramente citata, erano i fantasmi dei morti per la Francia nelle tante battaglie che ora danno il nome alle strade e alle piazze, che sfilano per i boulevards ricordando ai parigini che quei nomi grondano del loro sangue.

In ogni caso i borghesi annoiati non dormiranno sogni tranquilli perché i loro incubi saranno popolati da un corteo di maschere in cerca di vendetta sovvertiranno le loro leggi morali.
Oh, boulevards de Paris
Nel tempo senza età
Corteo di maschere colora i muri
È il carnevale
C'è chi danza e chi canta
Siamo gli angeli
Vogliamo vendetta, chérie chérie
Per questo inferno

Oh, boulevards de Paris
Un po' uomo, un po' animale
A cavallo di un drago
La tentazione non può far male

À Paname, à Paname
Grognards et grenadiers sont fous de moi
À Paname, Paname
Pendant la nuit des révolutionnaires
Paname, Paname
À Paname blasé

Oh boulevards de Paris
Nel tempo senza età
Saremo armati
Saremo l'incubo degli annoiati
C'è chi danza e chi canta
Siamo gli angeli
Vogliamo vendetta, chérie chérie
Et guerre

À Paname, à Paname
Grognards et grenadiers sont fous de moi
À Paname, Paname
Pendant la nuit des révolutionnaires
N'oubliez pas, n'oubliez pas
Grognards et grenadiers sont fous de moi
Paname, Paname
Paname, Paname
À Paname blasé

Saremo tempesta, tempesta e calore
La ghigliottina di ogni legge morale

À Paname, à Paname
Grognards et grenadiers sont fous de moi
À Paname, Paname
Pendant la nuit des révolutionnaires
N'oubliez pas, n'oubliez pas
Grognards et grenadiers sont fous de moi
à Paname, à Paname
Grognards et grenadiers sont fous de moi

inviata da Lorenzo - 18/10/2019 - 23:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org