Lingua   

La città trema, l'asfalto infuoca

Roberto Kunstler
Lingua: Italiano



La città trema, l'asfalto infuoca
Di brava gente ce n'è troppo poca
E nessuno che vuole dire come finirà

Un vecchio avverte e perde la speranza
Qualcuno ascolta solo in una stanza
Ma il tempo per capire forse non verrà

Ma siamo sempre così sicuri
Pronti a ingrassare come maiali
Siamo sempre così sicuri
Da scordare che non siamo immortali

Il vento viene dalla parte del monte
Un uomo corre e poi gli suda la fronte
Si accorge che sta correndo sulla sua roulette

Molto lontano dietro ad alti banchi
Uomini scuri con i guanti bianchi
Preparano un'altra guerra dicendo che è per te

E sono sempre così sicuri
Rassicuranti, così normali
Sono sempre così sicuri
Tutti i giorni son carnevali

Ma siamo sempre così sicuri
Pronti a ingrassare come maiali
Siamo sempre così sicuri
Da scordare che non siamo immortali

Nero su bianco la scritta sul muro
La terra è vecchia, la terra è malata
Nessuno si accorge ancora che è solo stregata

E' rosso e nero il fango delle vie
I giorni volano come follie
Arriva di nuovo l'inverno e la strada è ghiacciata

E sono sempre così sicuri
Rassicuranti, così normali
Sono sempre così sicuri
Tutti i giorni son carnevali

Ma siamo sempre così sicuri
Pronti a ingrassare come maiali
Siamo sempre così sicuri
Da scordare che non siamo immortali


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org