Lingua   

Last Train From Poor Valley

Norman Blake
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Black Lung
(Hazel Dickens)
Coal Tattoo
(Billy Edd Wheeler)
Come All You Coal Miners
(Sarah Ogan Gunning)


[1973?]
Scritta dal musicista folk e chitarrista bluegrass Norman Blake e registrata per la prima volta dal gruppo The Seldom Scene nel loro album "Act Two".
Poi nell'album dello stesso autore intitolato "The Fields Of November",1974

The Fields Of November

Ma soprattutto è una canzone che fa parte della bella colonna sonora di uno splendido film, "Harlan County, USA", di Barbara Kopple.

Harlan County, USA


Il documentario, vincitore di un premio Oscar nel 1977, racconta la storia di un gruppo di minatori del carbone che, insieme alle loro famiglie, nel 1973 furono protagonisti di un lunghissimo e durissimo sciopero contro lo sfruttamento e le paghe da fame loro imposte dai padroni della Duke Power Company.



La Contea di Harlan, nel Kentucky, è stata per più di un secolo un fulcro dell'industria carbonifera americana e fin dai primi anni del XX° secolo fu teatro di scontri sanguinosi tra i lavoratori e le compagnie, sostenute dalle autorità, tanto da meritarsi la nomea di "Bloody Harlan", soprattutto dopo il conflitto che si prolungò per l'intera decade dei 30.



Della colonna sonora di "Harlan County USA" fanno parte parecchie canzoni già presenti sul sito e altre – come questa - che inserirò trovandone i testi:

1 - Coal Tattoo
2 - Shut Up in Coal Creek Mine
3 - Come All You Coal Miners
4 - Blue Diamond Mines
5 - The Yablonski Murder (Cold Blooded Murder)‎
6 - Last Train From Poor Valley
7 - Black Lung
8 - Dark As A Dungeon
9 - Trouble Among The Yearlings
10 - Lawrence Jones
11 - Coal Black Mining Blues
12 - Coal Miner's Grave
13 - The Death of Harry Simms
14 - Disaster At The Mannington Mine
15 - Cruel Willie
16 - Hard Working Miner
17 - Dream Of A Miner's Child
18 - And I Am Born To Die
19 - Clay County Miner
20 - One Morning In May
21 - Which Side Are You On?
22 – They Will Never Keep Us Down
It was good one time, every thing was mighty fine
The coal tipples roared day and night
But things they got slow for no reason that I know
And the ill winds they hove into sight

The mines they all closed down, everybody just laid around
There wasn’t very much that you could do
Except stand in that line, get your ration scrip on time
Woman I could see it killin’ you

Now the soft new snows of December
Lightly fall my cabin round
Saw that last train from Poor Valley
Takin’ brown haired Becky Richmond bound

It’s been comin’ on, soon you would be gone
Leavin’ crossed your mind every day
Then you said to me, things are bad back home you see
I guess I’d better be on my way

Now the soft new snows of December
Lightly fall my cabin round
Saw that last train from Poor Valley
Takin’ brown haired Becky Richmond bound

I should blame you now but I never could somehow
A miner’s wife you weren’t cut out to be
It wasn’t what you thought, just some dream, Lord, you bought
When you left home and ran away with me

Now the soft new snows of December
Lightly fall my cabin round
Saw that last train from Poor Valley
Takin’ brown haired Becky Richmond bound
It was that last train from Poor Valley
Takin’ brown haired Becky Richmond bound

inviata da Bernart Bartleby - 23/9/2019 - 20:22


Ho scoperto una cosa importante guardando "Harlan County USA"...
La seguente, famosa foto, utilizzata anche per la locandina principale del film:



non ritrae sgherri armati al soldo della campagnia, ma lavoratori in sciopero, tutti membri dell'UMW, che difendono in armi il picchetto dall'assalto di scabs e gun thugs allora guidati ad Harlan da un vecchio ceffo violentissimo di nome Basil Collins.



Basil Collins e i suoi furono i responsabili dell'assassinio del minatore Lawrence Jones, ma non credo furono mai processati. Una delle sequenze più toccanti del film è proprio quella sulla morte e i funerali del giovanissimo Lawrence Jones.

B.B. - 24/9/2019 - 14:09



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org