Lingua   

L'Alpino di Valle Roja

anonimo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

El kolo go balà
('Zuf de Žur)
Il ponte della ferrovia
(Alberto Marchetti)


Il testo è riportato nel libretto "Canta Partigiano", 1947, pag.18, Panfilo editore in Cuneo, (vedi la pagina "La Veglia del Partigiano" col seguente commento :
È la canzone della Brigata G.L. Valle Roja "S. Dalmastro". L'aria è quella d'una famosa canzone del Risorgimento, il cui motivo è stato ripreso e divulgato dal film "Piccolo mondo antico".
Quando la bella Italia è stata invasa
Dal barbaro tedesco traditore
I partigian lasciato hanno la casa
Per dare al tricolore nuovo onore

Son sorte delle Brigate
Di giovin d'ogni ceto
Che lascian ogni affetto
Per impegnare tenzon

O partigian
Lascia la casa e parti
Raggiungi la montagna
Ed il fucile mai non lasciar

Col traditor
Impegna la battaglia
Finchè la nostra Italia
Giustizia e pace raggiungerà

Oh bell'alpin
Della Brigata Roja
Combatti perchè l'ora
Della vendetta presto verrà

Migliaia son le imprese dei ribelli
Su questa terra tanto martoriata
A vendicar son sorti tutti quelli
Che dal nemico morte hanno trovata

Mille sono gli eroi
Di questa santa guerra
Condotta perchè in terra
Regni la libertà
(Ritornello)

inviata da gianfranco - 26/8/2019 - 16:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org