Lingua   

Partigian dei monti

anonimo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

La Veglia del Partigiano
(anonimo)
Otto Settembre
(Stormy Six)
Ribelle
(Roberto Furia)


Il testo è riportato nel libretto "Canta Partigiano", 1947, pag.15, Panfilo editore in Cuneo, (vedi la pagina "La Veglia del Partigiano" col seguente commento :
Sul motivo di " Chitarra spagnola".
Quando sull'alpe nostra
Scende la notte oscura
Fremon le foglie e il vento
Sibila una canzon;
E mentre tutto tace
Pronti all'assalto sempre all'erta vigiliam

Partigian dei monti noi siamo
Il primo nostro caduto
Che sotto il piombo del tedesco è stramazzato
Il sangue suo alla vendetta ci ha chiamati.
Molti ci credon banditi
Solo lottiamo per Te
Italia bella che più presto
Dal terrore del tedesco e del fascista
Salva possa tu ritornar.

Mamma che da lontano
Preghi per me ogni giorno
Non piangere che il ritorno
più non potrà tardar:
Ben saldo questo cuore
L'ultimo assalto vittorioso affronterà

L'assalto si scatena,
Nessun più ci frena
Il sangue è vendicato
Di tutti i nostri eroi:
Già in ciel più bel risplende
Il sole nostro e tutti in coro allor cantiam:

Per noi la vita ritorna
Ci canta in cuor la vittoria,
I sogni belli che dovremo un dì scordar
Ci tornan nuovi da non più dimenticare
La mamma e una treccia bionda
Ritorneremo a baciar
Pensando sempre alla vittoria
Che lottando per la gloria
Dell'Italia abbiam saputo conquistar.

inviata da gianfranco - 25/8/2019 - 08:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org