Lingua   

Passa la ronda

anonimo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

O vintiquattro d'Arvî
(anonimo)
Insorgete!
(Giovanni Serbandini, nome di battaglia “Bini”)
Prejera (Crist pietàt dal nustri pais)
(Pier Paolo Pasolini)


Il canto è stato raccolto nel gennaio 1964 da Cesare Bermani dalla voce di un informatore anonimo di Mantova, secondo il quale era la canzone dei partigiani che operavano verso la Val di Fiemme; il testo ha alcune analogie con un componimento del poeta friulano Teobaldo Ciconi (1826-1863) che passò poi nel repertorio risorgimentale.
Da :Imparare con la storia.blogspot
Passa la ronda del partigiano
L’eco risponde con bombe a mano.
Nella notte nera nera
urla il vento e la bufera.
Va' piano piano o partigiano
scendi a valle con precauzione
scendi a valle dal burrone
ché i fascisti sono ad aspettar.
Andiam partiam
siam partigiani
un sorriso un sol pensiero.
Prendi la mia borraccia
bevi nel mio bicchiere
se voi volete bere
se voi volete bere.
Prendi la mia borraccia
bevi nel mio bicchiere
se voi volete bere
dovete voi morir.
Morir, soffrir
dovete voi fascisti
questa è l’ultima vostra ora
dalle man del partigian
è difficile scappar.

inviata da adriana - 30/5/2019 - 09:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org