Lingua   

Come Sunday

Duke Ellington
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Song of the Underground Railroad
(John Coltrane)
Freedom
(Charles Mingus)
Welfare Store Blues
(Sonny Boy Williamson I)


[1942]
Scritta da Duke Ellington e divenuta subito uno degli standard assoluti della musica jazz.
Nella sua opera forse più ambiziosa, "Black Brown And Beige (A Duke Ellington Tone Parallel To The American Negro)", pubblicata nel 1946, sorta di storia in musica dei neri d'America, parallela a quella allora ancora ufficiale, e bianca, fatta di segregazione, razzismo, soprusi, miseria, linciaggi.
Il brano fu composto per il primo concerto di Ellington alla Carnegie Hall di New York, nel gennaio del 1943, ma non mi pare che poi si trovi in quella registrazione, almeno, come traccia visibile.
La prima interprete della versione cantata (di cui riporto qui il testo), struggente, paradossalmente quasi totalmente priva di accompagnamento musicale, fu Mahalia Jackson nel 1958
Ripresa da una sfilza lunghissima di grandi artisti.

Black Brown And Beige (A Duke Ellington Tone Parallel To The American Negro)
Lord, dear Lord I've loved, God almighty
God up above, please look down and see my people through

Lord, dear God I've loved, God almighty
God up above, please look down and see my people through

I believe that sun and moon will shine up in the sky
When the day is gray
I know it, just clouds passing by

He'll give peace and comfort
To every troubled mind
Come Sunday, oh come Sunday
That´s the day

Often we feel weary
But he knows our every care
Go to him in secret
He will hear your every prayer

Lillies on the valley
They neither toll nor spin
And flowers bloom in spring
And birds sing

Up from dawn till sunset
Man work hard all the day
Come Sunday, oh come Sunday
That´s the day

Mmm, mmm, mmm...

inviata da Bernart Bartleby - 3/4/2019 - 14:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org