Lingua   


Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

27 Ἰουνίου 1906, 2 μ. μ.
(Konstandinos Kavafis / Κωνσταντίνος Καβάφης)
Nikos Xylouris/Νíκος Ξυλούρης: Ιδανικοί αυτόχειρες
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


O Mihaliós
[1961]
Ποίημα του Κώστα Καρυωτάκη
1927, Ελεγεία και Σάτιρες
Μουσική: Νίκος Μαμαγκάκης (1929-2013)
Πρώτη εκτέλεση: Γιάννης Βουγιατζής
Δίσκος 45ρης στη Philips 7766 (332 0 66 PF), 1961
'Αλμπουμ: ''Ο Γιάννης Βογιατζής τραγουδά για σας''
'Αλλες ερμηνείες: Τάσης Χριστογιαννόπουλος (2007)
'Αλμπουμ: ''Νίκος Μαμαγκάκης, Καμπανέλλης, Μπρεχτ, Τάσης Χριστογιαννόπουλος ‎– Ο κύκλος με την Κιμωλία και Πέντε Θεατρικά Τραγούδια με τον Τάση Χριστογιαννόπουλο''

Poesia di Kostas Karyotakis
1927, Ελεγεία και Σάτιρες (“Elegie e satire”)
Musica di Nikos Mamangakis (1929-2013)
Prima interpretazione di Giannis Bogiatzis
45 giri, Philips 7766 (332 0 66 PF), 1961
Album: Ο Γιάννης Βογιατζής τραγουδά για σας (“Giannis Bogiatzis canta per voi”)
Altri interpreti: Tasis Christogiannopoulos (2007)
Album: ''Νίκος Μαμαγκάκης, Καμπανέλλης, Μπρεχτ, Τάσης Χριστογιαννόπουλος ‎– Ο κύκλος με την Κιμωλία και Πέντε Θεατρικά Τραγούδια με τον Τάση Χριστογιαννόπουλο'' (“Nikos Mamangakis, Kambanellis, Brecht, Tasis Christogiannopoulos – 'Il Cerchio di Gesso del Caucaso” e cinque canzoni teatrali con Tasis Christogiannopoulos”)

A poem by Kostas Karyotakis
1927, Ελεγεία και Σάτιρες (“Elegies and Satires”)
Music by Nikos Mamangakis (1929-2013)
First performed by Giannis Bogiatzis
45 turns single disc, Philips 7766 (332 0 66 PF), 1961
Album: Ο Γιάννης Βογιατζής τραγουδά για σας (“Giannis Bogiatzis sings for you”)
Also performed by: Tasis Christogiannopoulos (2007)
Album: 'Νίκος Μαμαγκάκης, Καμπανέλλης, Μπρεχτ, Τάσης Χριστογιαννόπουλος ‎– Ο κύκλος με την Κιμωλία και Πέντε Θεατρικά Τραγούδια με τον Τάση Χριστογιαννόπουλο'' (“Nikos Mamangakis, Kambanellis, Brecht, Tasis Christogiannopoulos – 'The Caucasian Chalk Circle” and five theatre songs with Tasis Christogiannopoulos”)

Kostas Karyotakis.
Kostas Karyotakis.


Le 71 poesie che formano l'ultima raccolta di Kostas Karyotakis, Ελεγεία και Σάτιρες sono tali, appunto: elegie e satire. Così deve essere inteso questo suo famosissimo “quadretto militare” pubblicato in volume l'anno prima del suo suicidio: una satira. Satira del giovane soldato tutto d'un pezzo e infuocato d'amor di patria, satira del παλικάρης, satira delle composizioni popolari piene di eroismo e valore (di cui la tradizione greca è particolarmente ricca), satira un po' di ogni cosa nella disperata e astiosa vita di Karyotakis. Il protagonista è Michelino, un mite ragazzo di chissà quale angolo di campagna, o di montagna, che va a fare il militare tutto contento e senza nemmeno essere capace di obbedire ai più elementari comandi. Dopo un po' comincia a implorare di poter tornarsene a casa, e finisce -naturalmente- in ospedale, a struggersi di nostalgia. Quando, altrettanto naturalmente, muore, lo accompagnano al funerale i suoi compagni (tra cui due amici del paese) e, siccome è un brindellone (sembra di vederlo, alto e dinoccolato), gli lasciano persino un piede fuori dalla fossa perché l'hanno scavata troppo corta.

La poesia di Karyotakis è qui datata al 1927, l'anno in cui comparve nella raccolta di elegie e satire; ma la sua vera composizione è anteriore di alcuni anni. Risale agli anni tra il 1917 e il 1919, quando fu pubblicata nel settimanale Η Γάμπα (I Gamba, fondato dallo stesso Karyotakis). Si trattava di un settimanale dichiaratamente satirico, e infatti proprio per la pubblicazione di Ο Μιχαλιός le autorità decisero di chiuderlo, dopo soltanto sei numeri. La natura della poesia non era sfuggita a lorsignori: una satira antimilitarista che si faceva beffa di tutto un diffuso "filone".

La conoscenza di questa poesia da parte del sottoscritto è antica, e piuttosto curiosa. Fa infatti parte, come esercizio di traduzione (il n° 65 a pagina 173) del Teach Yourself Modern Greek di S.A. Sofroniou (con introduzione di Julian T. Pring, uno dei maggiori neoellenisti britannici di ogni tempo), un volumetto della benemerita collana della English Universities Press (poi passata alla Hodder & Stoughton) pubblicato nel 1962, che è stato -oltre quarant'anni fa- uno dei miei primi manuali di greco moderno. Un manuale elementare, ma che non scherzava nei suoi esercizi finali: proponeva da tradurre, infatti, non solo Karyotakis, ma anche Kavvadias e Kavafis. Dal medesimo volumetto riprendo anche la traduzione inglese di S.A. Sofroniou, presente nell'immancabile “Key to the Exercises” presente in ogni volume della collana dedicato alle varie lingue (oltre una cinquantina).

Soltanto ieri ho scoperto (ma, in una tradizione come quella greca dove ogni poesia è stata messa in musica, tornando così alle origini stesse della poesia, è del tutto logico e intuibile) che il Μιχαλιός è stato musicato e cantato. Nel 1961, dal musicista cretese Nikos Mamangakis (morto nel 2013 e nato nel distretto di Rethymnon, lo stesso di Nikos Xylouris), e intepretato per la prima volta dall'attore Giannis Vogiatzis prima in un 45 giri e poi in un album (un'altra caratteristica greca: gli attori di teatro sono quasi sempre anche buoni cantanti e, non di rado, anche musicisti). Eccolo, dunque, qui. [RV]
Tο Mιχαλιό τον πήρανε στρατιώτη.
Kαμαρωτά ξεκίνησε κι ωραία
με το Mαρή και με τον Παναγιώτη.
Δεν μπόρεσε να μάθει καν το «επ’ ώμου».
Όλο εμουρμούριζε: «Kυρ Δεκανέα,
άσε με να γυρίσω στο χωριό μου».

Tον άλλο χρόνο, στο νοσοκομείο,
αμίλητος τον ουρανό κοιτούσε.
Eκάρφωνε πέρα, σ’ ένα σημείο,
το βλέμμα του νοσταλγικό και πράο,
σα να `λεγε, σαν να παρακαλούσε:
«Aφήστε με στο σπίτι μου να πάω».

Kι ο Mιχαλιός επέθανε στρατιώτης.
Tον ξεπροβόδισαν κάτι φαντάροι,
μαζί τους ο Mαρής κι ο Παναγιώτης.
Aπάνω του σκεπάστηκεν ο λάκκος,
μα του άφησαν απέξω το ποδάρι:
Ήταν λίγο μακρύς ο φουκαράκος.

inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" - 4/3/2019 - 14:43




Lingua: Italiano

Traduzione italiana / Μετέφρασε στα ιταλικά / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös:
Riccardo Venturi, 4-3-2019 21:26

Giannis Vogiatzis.
Giannis Vogiatzis.
MICHELINO

A Michelino, lo presero soldato.
Partì tutto contento e in allegria
insieme a Marietto e Panagiotis.
Non riusciva nemmeno a imparare lo “spall'arm!”,
ma non faceva altro che mormorare:
“Signor Caporale, fammi tornare al paese.”

L'anno dopo, stava in ospedale
e guardava il cielo senza dire nulla.
Lo sguardo fisso oltre, verso un punto
guardava mite e pieno di nostalgia,
come se dicesse, come se implorasse:
“Lasciatemi tornare a casa mia.”

E Michelino morì da soldato.
Lo accompagnarono al trasporto dei compagni,
Marietto e Panagiotis eran fra loro.
La fossa fu riempita su di lui,
ma un piede glielo lasciarono di fuori:
era un po' un brindellone, quel poveraccio.

4/3/2019 - 21:27




Lingua: Inglese

English translation / Μετέφρασε στα αγγλικά / Traduzione inglese / Traduction anglaise / Englianninkielinen käännös:
S.A. Sofroniou, 1962, Teach Yourself Modern Greek, p. 207 (“Key to the Exercises”)

MIKE

They took Mike for a soldier.
He set out jauntily and happily
With Maris and Panayotis.
He couldn't even learn to slope arms
But kept muttering: “Mr. Corporal,
Let me go back to my village.”

Next year, in hospital,
He would stare speechless at the sky.
He fixed on some distant point
His meek nostalgic gaze,
As though he were saying, pleading :
“Let me go back to my home.”

And Mike died as a soldier.
He was seen off by some comrades,
Maris and Panayotis among them.
The hole was filled in above him,
But they left his foot sticking out.
He was a bit long, the poor chap.

inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" - 4/3/2019 - 21:56



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org