Lingua   

Gabriel Fauré: Requiem, Op. 48

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Lingua: Latino

Guarda il video

Gabriel Faure's Requiem Op. 48
Robert Shaw (Conductor)
Atlanta Symphony Orchestra & Chorus (Orchestra)
Judith Blegen (Soprano)
James Morris (Baritone)



Cerca altri video su Youtube

Ti può interessare anche...

Delenda Carthago
(Franco Battiato)
Requiem For The Masses
(The Association)


[1886-90]
Musica del compositore ed organista francese Gabriel Fauré (1845-1924)
Testo di Gabriel Fauré basato sulla Missa pro defunctis secondo la liturgia cattolica tridentina, con omissione del Dies irae.
Testo trovato sul sito de L'Orchestra Virtuale del Flaminio



Propongo questo brano perchè lunedì scorso, il 25 febbraio, nel Duomo di Torino, il Requiem di Fauré è stato eseguito in suffragio delle migliaia di migranti morti nel Mediterraneo
Il Requiem, nella versione per voci e pianoforte, è stato intonato da alcuni componenti dei più importanti cori italiani, del Teatro alla Scala e della Fenice, dell’Opera di Roma e del Maggio musicale fiorentino, del Comunale di Bologna e del Lirico di Cagliari, dell’Arena di Verona e dell’Accademia di Santa Cecilia. Con Valentina Escobar, voce bianca, Roberto De Candia, baritono, e Carlo Caputo al pianoforte. A dirigere il maestro Fabio Biondi. Prima del concerto è stata letta una selezione di poesie e testi curata dal torinese Davide Livermore, regista d'opera e di prosa.



Sulla pagina Facebook del Comitato Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche, che ha promosso l'evento, è riportato un passo dal Libro I dell'Eneide che il poeta Publio Virgilio Marone compose oltre 2000 anni fa. Vale più di migliaia di parole:

"[...] huc pauci vestri adnavimus oris.
Quod genus hoc hominum?
Quaeve hunc tam barbara morem
permittit patria? Hospitio proibemur harenae;
bella cient primaque vetant consistere terra.
Si genus humanum et mortalia temnitis arma,
at sperate deos memores fandi atque nefandi. [...]"

"[...] di qui navigammo in pochi alle vostre rive.
Che genere d'uomini è questo? che barbara patria
permette quest'uso? Ci negano il rifugio della spiaggia;
muovono guerra, vietano di fermarci sul lido.
Se spregiate il genere umano e le armi dei mortali
almeno temete gli dei, memori del bene e del male. [...]"

(traduzione italiana di Luca Canali)
I. INTROITO E KYRIE

Coro

Requiem aeternam dona eis, Domine
et lux perpetua luceat eis.
Te decet hymnus, Deus, in Sion
et tibi reddetur votum in Jerusalem.
Exaudi orationem meam,
ad te omnis caro veniet.
Kyrie eleison.
Christe eleison.

II. OFFERTORIO

Coro

O Domine, Jesu Christe, Rex gloriae,
libera animas defunctorum
de poenis inferni
et de profundo lacu,
de ore leonis,
ne absorbeat Tartarus,
ne cadant in obscurum.

Baritono

Hostias et preces tibi, Domine,
laudis offerimus:
tu suscipe pro animabus illis,
quarum hodie memoriam facimus.
Fac eas, Domine, de morte transire ad vitam
quam olim Abrahae promisisti
et semini eius.
Amen

Coro

O Domine, Jesu Christe, Rex gloriae,
libera animas defunctorum
de poenis inferni
et de profundo lacu,
de ore leonis,
ne absorbeat Tartarus,
ne cadant in obscurum.

III. SANCTUS

Coro

Sanctus, sanctus, sanctus,
Dominus Deus Sabaoth.
Pleni sunt coeli et terra gloria tua.
Hosanna in excelsis.

IV. PIE JESU

Soprano

Pie Jesu Domine,
dona eis requiem,
sempiternam requiem.

V. AGNUS DEI

Coro

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
dona eis requiem.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
dona eis requiem.
Agnus Dei, qui tollis peccata mundi,
dona eis requiem,
sempiternam requiem.
Lux aeterna luceat eis, Domine,
cum Sanctis tuis in aeternum, quia pius es.

VI. LIBERA ME

Baritono

Libera me, Domine, de morte aeterna,
in die illa tremenda.
quando coeli movendi sunt et terra,
dum veneris judicare
saeculum per ignem.

Coro

Tremens factus sum ego et timeo,
dum discussio venerit
atque ventura ira.
Dies illa, dies irae,
calamitatis et miseriae,
dies illa, dies magna et amara valde.
Requiem aeternam dona eis, Domine,
et lux perpetua luceat eis.

VII. IN PARADISUM

Coro

In Paradisum deducant angeli,
in tuo adventu suscipiant te martyres
et perducant te in civitatem sanctam Jerusalem.
Chorus angelorum te suscipiat
et cum Lazaro quondam paupere
aeternam habeas requiem.

inviata da Bernart Bartleby - 27/2/2019 - 22:54



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org