Lingua   

Amir

Mujura
Lingue: Italiano, Arabo


Ti può interessare anche...

Se questo è un uomo nei ghetti d'Italia
(Adriano Sofri)
Under Pressure
(Queen)
L'Usine
(La Canaille)


FINALISTA Premio Musicultura Città di Recanati
XXVI Ed. - 2015

La sofferenza e le speranze di chi è fuggito alla guerra sono il sale di una dolce, antiretorica canzone.
Ti comprerò una rosa
quando ritroveremo
la nostra casa
Gli Stati sono stati
quando hanno staccionate
e spiagge scure
Amir girava intorno
ad un cilindro unto
senza coniglio
Sua figlia sta giocando
con le stelle marine e le sirene

Ti porterò in Italia
perché sei troppo bella per la guerra
Ci asciugheremo al sole
impareremo presto un’altra lingua
Così sussurrerò parole in suoni nuovi
e melodie

Ti comprerò un vestito
lungo quanto il deserto
che ho attraversato
Ci avvolgeremo piano
con gli occhi chiusi
come timidi amanti
E poi rincorreremo le città
lungo la notte e il giorno
Le tue labbra, i tuoi respiri
nelle feste popolari
Cattedrali a Roma
da Palermo partiremo fino a Genova
e Milano e poi Venezia
i suoi canali e il mare

Ti porterò in Italia
perché sei troppo bella per la guerra
Non lascerò scoppiare
ancora un’altra bomba sul tuo cuore
E ti sussurrerò parole in suoni nuovi
e melodie

الصحراء الريح الرمال
الود و الحب الشعراء
الكلام حرروف الليل ونهارجميل

العود اتار النغمة تحلالي السهرة

السفر الخوف الارض السلام و الحرب
البحر السماء القمم عالم البشرية
تحت السماء مليئة بالنجوم(*)
(*) Aahra rih rimal
luid lhob choara
leklam horuf llil u nhar gmil

laud autar naghma tehlali sahra

safar lkhuf lard salam u lharb
lebhar sma lqimam alam lbacharia
taht sma malia benugium

inviata da Dq82 - 14/1/2019 - 13:24



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org