Lingua   

Ultra Pharum

Samuel & Mannarino


Ti può interessare anche...

La statua della mia libertà
(Samuel)
Gli animali
(Alessandro Mannarino)
Roma
(Alessandro Mannarino)


(2018)

Testo: Alessandro Mannarino e Samuel Umberto Romano
Musiche: Samuel Umberto Romano, Alessandro Mannarino, Ale Bavo
Produzione artistica: Samuel Umberto Romano, Alessandro Mannarino, Ale Bavo
Mix: Ale Bavo
Mastering: Antonio Baglio (presso Miami Mastering)

Ale Bavo: synth
Christian Montanarella: batteria
Alessandro Chimienti: corde
Renato Vecchio: fiati
Benedetta Di Pasquale: voce francese
Collettivo "La mano di Francesco”: coro
Fonici Red Bull Studio Mobile: Andrea Sologni, Simone Sproccati


samuel & mannarino


Ultra Pharum racconta della diversità, di come spesso ci facciamo intimorire dal diverso, quando invece le altre culture sono una ricchezza. Mi piace raccontare l’esempio del sindaco di una cittadina calabrese: vedendo la sua città prosciugarsi, i giovani andavano al nord o all’estero, decise di accogliere tutti i migranti che poteva e affiancarli ai lavoratori locali, assistente idraulico, assistente panettiere ecc. Ora quella città è rinata, diventando una delle zone più ricche e virtuose della Calabria e ora quel sindaco è conosciuto in tutto il mondo. Questo per dire quanto spesso ci facciamo spaventare dal diverso, mentre in realtà dovremmo cercare di analizzarlo come una ricchezza. La musica, poi, è un mezzo potentissimo per raccontare qualcosa e a noi piaceva l’idea di raccontare i linguaggi possibili che esistono fra le differenze, la capacità che qualcosa di diverso possa trasformare in meglio la tua vita.
intervista su Rolling Stone
Oro, oro nero
oro di carne viva
Nascosto dentro la stiva
Senti l’oro come cospira
Che l’oro era come loro
Prima della deriva
Poi uno sguardo solo
Mille colpi di mitra
Sta tranquilla ti ritroverò
In questa o in un’altra vita

J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour
J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour

Le distanze le disuguaglianze
I linguaggi possibili tra le differenze
Les filles rêvent l'amour
Il modo in cui il mondo risuona d’immenso
Et quand elles boungent
L’universo è diverso ma ha un senso
Les cheveux, change le vent

J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour
J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour

Oro, oro nero, oro biondo
Oro vagabondo
Guarda l’oro come si perde
Per le vene aperte del mondo
Oro pagato piombo, oro pagato a vista
Scritta d’oro sulla statale imperialista
Prima del muro c’è un’ultima uscita
Sarai l’oro colato dalla ferita
Più bella della mia vita

Sila bok waye
Wala bok
Damaye tok
Gor Dioguoye
Déf si khol bagne sa war
Boum - milli milliard

J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour
J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour


Oro de mina
Oro de letrina
Mira el oro como camina
Por las calles perdidas
Mire el oro como se olvida
(Le distanze)
Que el oro es nacido oro
(I linguaggi possibili tra le differenze)
Antes de la herida
(Il modo in cui il mondo risuona d’immenso)
Cara de oro desconocida
(L’universo è diverso ma ha un senso)
Tesoro della mia vita

J'ai dansé sous les nuages
Je suis perdue, la nuit, sans ton amour (x2)

La nuit, sans ton amour (x2)

J'ai dansé sous les nuages

Je suis perdue, la nuit, sans ton amour

24/3/2018 - 15:54



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org