Lingua   

Il coraggio di ogni giorno

Enzo Avitabile

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

De arrùbiu
(Elena Ledda)
Il lamento dei mendicanti
(Matteo Salvatore)
Napoli
(99 Posse)


[2018]
Scritta da Enzo Avitabile e Luigi “Gino” De Crescenzo, in arte Pacifico
Interpretata da Enzo Avitabile e Peppe Servillo
Nel doppio album compilativo intitolato "Pelle differente"

Pelle differente

Canzone di eroi sconosciuti, uomini comuni, che ogni giorno sono costretti alla guerra e che combattono lo sporco, la violenza e l'orrore con le armi dell'amore e della bellezza.
Così interpreto questa bellissima canzone presentata senza troppo successo all'ultimo festival di Sanremo.

Scrivo la mia vita
Tracce sulle pietre
Ed ho gli stessi occhi
di Scampia

Accetto il mio dolore
È il prezzo da pagare
Per stringerti le mani
Stringimi le mani

Io no
Io non mi sono mai
Sentito così vivo
Non domandarmi
Come mai

Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno

Questa è la mia storia
Anni come pietre
Che scorrono veloci
Nel mio sangue rapido

Terra scura e fertile
Sei la mia stella sempre
Sposa e sorella coprimi
Di nuvole e trapunte di sogni

Io no
Io non mi sono mai
Sentito così vivo
Non domandarmi
Come mai

Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno

Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno

Lauda lu mare e tienete a terra

Lauda lu mare e tienete a terra
Luce fa juorno ‘e sera
Luce fa juorno ‘e sera

Io non mi sono mai
Io non mi sono mai
Io non mi sono mai
Io non mi sono mai
Sentito così vivo
Non domandarmi
Come mai

Così
Così lontano e
Vicino al mondo
Al suo coraggio
Il coraggio di ogni giorno

inviata da Bernart Bartleby - 14/2/2018 - 20:59



Lingua: Tedesco

©Übersetzung Andrea Briel / Versione tedesca di Andrea Briel
Traduction allemande / Saksankielinen käännös: Andrea Briel
DER ALLTÄGLICHE MUT

Ich schreibe mein Leben
Spuren auf Steinen
Und ich habe dieselben Augen
wie Scampia [*]
Ich nehme meinen Schmerz an,
und den Preis, den es zu zahlen gilt,
um deine Hände zu halten.
Halte du meine Hände
Nie habe ich
Nie habe ich mich
so lebendig gefühlt
Frage mich nicht
wieso
so
so weit weg
und der Welt nahe,
ihrem Mut
Der alltägliche Mut
Das ist meine Geschichte
Jahre wie Steine
vergehen schnell
In meinem raschen Blut
Dunkle und fruchtbare Erde
Mein Stern, immer mein Stern
Braut und Schwester bedecke mich
mit Wolken und Steppdecken aus Träumen
Nie habe ich
Nie habe ich mich
so lebendig gefühlt
Frage mich nicht
wieso
so
so weit weg
und der Welt nahe,
ihrem Mut
Der alltägliche Mut
Lobe das Meer und bleibe auf der Erde
Das Licht bringt des Abends den Tag
Lobe das Meer und bleibe auf der Erde
Das Licht bringt des Abends den Tag
[*] Stadtteil Neapels, Wohnblöcke, sozialer Brennpunkt

inviata da Andrea Briel - 28/12/2019 - 23:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org