Lingua   

Para irle cantando a El Salvador

Vicente Feliú
Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

The Riverbank
(Paul Simon)
Repetition
(David Bowie)
Cose che so
(Mamavibe)


[1983]
Parole e musica di Vicente Feliú
Nel disco collettivo “El tiempo está a favor de los pequeños”, dedicato alla lotta del popolo salvadoreño contro la dittatura militare.

El tiempo está a favor de los pequeños

Ho trovato questa canzone sul fondamentale Cancioneros.com. Gli amministratori del sito l’hanno proposta in prima pagina, come brano del giorno, lo scorso 11 dicembre, commemorando un episodio terribile avvenuto durante la lunga e sanguinosa guerra civile in Salvador (1979-1992), che vide opporsi il governo militare golpista (sostenuto da USA, Cile, Argentina e Israele) alla resistenza raccolta sotto la sigla del FMLN (Frente Farabundo Martí para la Liberación Nacional, sostenuto da Cuba e Nicaragua).


Battaglione Atlacatl (Avvertenza: la foto è tratta da un sito fascista che celebra il colonnello Domingo Monterrosa, all’epoca comandante del battaglione Atlacatl e uno dei responsabili diretti del massacro di El Mozote. Naturalmente su quel sito all’eccidio ci si riferisce come ad un “mito della propaganda comunista”...)

Battaglione Atlacatl (Avvertenza: la foto è tratta da un sito fascista che celebra il colonnello Domingo Monterrosa, all’epoca comandante del battaglione Atlacatl e uno dei responsabili diretti del massacro di El Mozote. Naturalmente su quel sito all’eccidio ci si riferisce come ad un “mito della propaganda comunista”...)



Il 10 dicembre del 1981 il battaglione “Atlacatl” dell’esercito salvadoregno (un’unità di élite, specificamente formata alla controinsurrezione, con ufficiali e sottoufficiali addestrati direttamente dagli USA) piombò sul villaggio di El Mozote, dipartimento di Morazán.



Dopo aver rastrellato tutti gli abitanti, i soldati cominciarono a torturare ed uccidere. L’eccidio durò due giorni, l’11 e il 12 dicembre. Prima vennero massacrati tutti gli uomini, poi i carnefici passarono alle donne e ai bambini. Le donne – fra di loro anche bambine di 10 anni - vennero stuprate prima di essere uccise. I bambini più piccoli vennero sgozzati e i loro corpicini lasciati appesi agli alberi. Poi i soldati diedero fuoco al villaggio e passarono a quello successivo, facendo lo stesso.



Il bilancio fu di 900-1.200 morti, tutti gli abitanti di El Mozote e alcuni piccoli insediamenti vicini.
Sopravvisse casualmente solo una donna, Rufina Amaya (1943-2007), che ebbe il marito e quattro figli uccisi e che fu testimone chiave per ricostruire cosa fosse accaduto.
Fino ad oggi, nonostante svariate commissioni d’indagine nazionali e internazionali, nessuno dei responsabili di quell’orrendo massacro è mai stato nemmeno indagato. Da ultimo, un’inchiesta è stata riaperta nel 2012 davanti alla Corte Inter-Americana per i Diritti Umani, visto che crimini come quelli commessi a El Mozote sono considerati imprescrittibili dal diritto internazionale.
Que no nos venza la muerte,
que no nos venza el dolor,
que a más caídos más fuerte
será la revolución.
Ya definimos camino
a tiro limpio y amor
en el que andamos unidos
como un solo corazón.

Que sepan los segadores
de tanta vida vivir,
que seremos gladiadores
contra el sentimiento vil.
Y que les queda un aullido,
solamente, alrededor,
porque mi gente ha querido
hacer nuevo El Salvador.

El Salvador vencerá,
con Nicaragua será
puerta de luz para otros
que se acercan a cantar.

De nada valdrán bravuras
de vecinos con temor,
ni soldados de fortuna
contra mi tremendo amor.
Yo he salvado la ternura
para un futuro mejor
donde no exista frontera
entre mi patria y el sol.

Y quien se meta en mi tierra
con ánimo de robar
lo ganado con mi fuerza,
con mi sangre y mi bregar
recogerá su derrota,
su prepotencia, su olor,
porque no hay vuelta de hoja
con mi pueblo, El Salvador.

-¡Viva el Frente Democrático Revolucionario!
-¡Viva!
-¡Viva el Frente Farabundo Martí para la Liberación Nacional!
-¡Viva!
-¡Viva el pueblo en armas de El Salvador!
-¡Que viva!

inviata da Bernart Bartleby - 13/12/2017 - 08:46



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org