Lingua   

Going Down to Liverpool

Katrina and the Waves
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The Day That Thatcher Dies
(Hefner)
Maggie (Out)
(The Larks)
In Praise of Famous Men (and Women)
(Ewan MacColl)


Canzone scritta da Kimberley Rew per il suo gruppo "Katrina and the waves" nel 1984. E' una canzone di critica sociale che parla della disoccupazione causata dalle politiche economiche devastanti della famigerata prima ministra Inglese Margaret Thatcher che colpirono in maniera molto dura molte città operaie britanniche, tra cui appunto Liverpool. E' ricordata soprattutto per via della cover fatta dalla banda "The Bangles", cover che nel video includeva la partecipazione dell'attore Leonard Nimoy, interprete del signor Spock nella famosissima serie tv Star Trek.
Hey there...
Where you going with that load of nothing in your hand
I said: Hey there...
All through this green and pleasant land(1)

I'm going down to Liverpool to do nothing
I'm going down to Liverpool to do nothing
I'm going down to Liverpool to do nothing
All the days of my life
All the days of my life

Hey there...
Where you going with that UB40 in your hand(2)
I said: Hey there...
All through this green and pleasant land

I'm going down to Liverpool to do nothing
I'm going down to Liverpool to do nothing
I'm going down to Liverpool to do nothing
All the days of my life
All the days of my life

Hey now
Where you going with that UB40 in your hand(2)
I said: Hey now
All through this green and pleasant land

I'm going down to Liverpool to do nothing
I'm going down to Liverpool to do nothing
All the days of my life
All the days of my life
(1) Riferimento sarcastico al famoso inno "Jerusalem" scritto da William Blake nel 1804 come prefazione alla sua opera epica intitolata Milton. In questo inno l'Inghilterra fu appunto definita con queste parole.
(2) L'Ub40 era, al tempo della Thatcher, il modulo per richiedere il sussidio di disoccupazione

inviata da Leonardo Saponara - 26/11/2017 - 21:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org