Lingua   

Italia

Franco Loi
Lingua: Italiano (Lombardo)

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

L'aria è vuota di ogni grido
(Franco Loi)
Ninna nanna del contrabbandiere
(Davide Van De Sfroos)


1965
Pubblicata in "L'Aria" 1981
interpretata dai Barabàn nell'album :Terre di passo (2002)

aebrpu
… padrun de can che lecca el cü a la serva,
minìster che sbavàscen de cristian,
stan setâ giò sü i scrann, tra l’aqua ferma,
sü i foss di mort, sü i légur, sü i rüffiân…

Italia ladra, terascia* de cü alégher,
fundéga d’arlecchìn e spüa-sül-piatt,
la canta, la sgutàscia, la stralüscia,
la scund el cul per slöja del vardà,

la serp de la malissia la s’insìga,
la volta i facc, la muasa j òmm in pret,
ghè gent che se ne frega, gent che massa,
gent trada in la rüera ‘me sciavàtt…

Italia del bel sû sü la verzera,
la rid sül sangh, la piang dal trop magnà.
Gran furfa, pueràja, talp de minera,
ballèm insèma al sû che vegnerà!
* i Barabàn cantano tera anziché terascia

inviata da dq82 - 4/2/2017 - 17:20



Lingua: Italiano

Traduzione italiana dalle note del libretto dei Barabàn
padroni di cani che leccano il culo alla serva,
ministri che sbavano da cristiani,
stanno seduti sugli scranni, tra l’acqua di palude,
sulle fosse dei morti, sui vili, sui ruffiani

Italia ladra, terraccia di culi allegri,
mercato d’arlecchini e sputa sul piatto,
è lei che canta, fa acqua, ormai straripa,
nasconde la testa per la noia di guardare,

la serpe della malizia s’insinua,
volta le facce, cambia gli uomini in preti,
c’è gente che se ne frega, gente che ammazza,
gente buttata nella spazzatura come ciabatte

Italia del bel sole sulle vegetazioni,
ride sul sangue, piange per il troppo mangiare.
Gran marmaglia, poveracci, talpe di miniera,
balliamo insieme al sole che un giorno verrà»

inviata da dq82 - 4/2/2017 - 17:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org