Lingua   

Venceremos - We will win

Working Week
Lingue: Inglese, Spagnolo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

The Here And The Now: Be Serious
(Robert Wyatt)
Miguel Enríquez
(Ángel Parra)
Aquí me quedo
(Víctor Jara)


Scritta da Simon Booth, pubblicata nel 1984 in formato mix e poi nell'album del 1985 "Working Nights"; c'è lo zampino di Robert Wyatt. La canzone è dedicata a Victor Jara.

Venceremos - We will win
A comment is passed,
like dust and glass,
full of fear,
held in this heaven and hell.
Each time it's spoken,
there's a fragment broken,
now the rain is falling,
a train is passing,
a gun is firing,
splitting out here in the night in which we live.
We'll find a way,
to build a day,
sooner than tomorrow.

Un mundo che se abre
esta por hacerse
de Santiago a Rio
se espera el momento
se encontraran
se nombraran
con retratos en alto
esas vidas negadas
como la nueva pasión
de un amor que despierta
deseo que brilla
como el orgullo de crear
una nación que respira
de ciudades a campos
de hogar en hogar
la vida en suspenso
un respiro fragrante
de calor y amistad
durmiendo como amantes
compañeros encubiertos
lograremos un gran final
no nos moverán
sabiendo que vamos a vencer
y venceremos...
y venceremos...

And so it goes,
as our love flows,
a strenght is found,
in a history bold and proud.
Safe in rooms,
in which we find survival,
hope will tread a greater end.
So we'll move my friend
into safer light,
knowing that
here we will win - here we will win - here we will win.

A new world in the making,
it's there for the taking,
Santiago to Rio,
the moment is waiting.
The lost will be found,
and named out aloud,
photos carried high,
the lives they're denied.
A nation is breathing,
in cities and farmland,
in bedrooms and boardrooms,
life held in suspension,
a breath that is scented,
with warmth and friendship,
and we sleep here as lovers,
companeros in cover,
we'll tread a greater end
and we'll move my friend,
into safer light,
knowing that we will win.

inviata da Renato Stecca - 6/2/2007 - 22:21



Lingua: Italiano

Traggo la traduzione da un libricino di Stampa Alternativa dedicato a Robert Wyatt, a cura di Gigi Marinoni, pubblicato in un anno imprecisato. Per correttezza, dico che le note di copertina indicano una certa Maria Cuda per le traduzioni dallo spagnolo; il traduttore dall'inglese non è indicato, ma probabilmente è lo stesso Gigi Marinoni.
VINCEREMO

Non se ne parla più,
come specchi polverosi
pieni di paura,
costretti in questo inferno/paradiso.
Ogni volta che se ne parla
è un frammento che si spezza,
ora la pioggia sta cadendo,
un treno sta passando,
un fucile sta sparando
facendo a pezzi la notte in cui viviamo.
E noi troveremo il modo
di costruire un giorno
che sia prima di domani.

Un mondo che si apre
si sta costruendo
da Santiago a Rio.
Si aspetta il momento
quando si incontreranno
si chiameranno per nome
i loro ritratti in alto
per le vite negate loro.
Come la nuova passione
di un amore che si risveglia
desiderio che risplende
come l'orgoglio di creare
una nazione che respira
dalle città ai campi
di casa in casa
la vita sospesa
un respiro che profuma
di calore e di amicizia
dormendo come amanti
compagni nella clandestinità
raggiungeremo un gran finale.
Noi ci muoveremo
sapendo che andiamo a vincere
e vinceremo...
e vinceremo...

Ed è così che vanno le cose,
come il nostro amore scorre,
la forza è ritrovata
in una storia audace e coraggiosa.
Riparati nelle stanze,
ora siamo riusciti a sopravvivere,
la speranza ci muoverà ad un gran finale.
E così ci muoveremo, amico mio,
nella luce più sicura,
sapendo che
siamo qui per vincere...

Un nuovo mondo in costruzione
sta prendendosi
da Santiago a Rio,
il momento sta arrivando.
E lo scomparso sarà ritrovato
ed il suo nome chiamato ad alta voce,
le sue foto portate in alto
per la vita che gli è stata negata.
Una nazione sta respirando
nelle città e nelle campagne,
nella stanza da letto
la vita si tiene in sospensione,
un respiro che sa
di calore ed amicizia
e noi dormiremo come innamorati
compañeros in incognito,
dirigendoci verso un gran finale
e noi ci muoveremo, amico mio,
nella luce più sicura,
sapendo che vinceremo.

inviata da Renato Stecca - 6/2/2007 - 22:39


E' a hora!

10/1/2013 - 15:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org