Lingua   

Beal Feirste

Canta u Populu Corsu
Lingua: Corso


Ti può interessare anche...

En 2043
(Muvrini)
Tù ch'eri partutu
(Tavagna)
Ballad Of Bobby Sands
(Gerry O'Glacain)


1995
Sintineddi
sintineddi

Per introdurre questa canzone diciamo soltanto che "Beal Feirste" (propriamente: Béal Féirste) è il nome gaelico di Belfast. Il testo è ripreso da Paroles de chansons Corses.
Un ghjornu per furtuna scalai in questi lochi
À vede cristiani piatassi per pregà
Un Diu ch'ùn pò chè interra li so morti
Cerchendu cumu fà.

Per scioglie'ssa disgrazia ch'elli chjamanu guerra
Trà fratelli di sangue è nò di civilità
Ognugnu suttumessu per forza à la Regina
Chì ci vole a rispettà.

Beal Feirste sì cità marturiata
Beal Feirste o chì vita straziata.

Mà in st'isula pinta di mare è di virdura
C'hè una ghjente di core chì s'offre u so campà
Senza nisuna stizza per la so sepultura
U celu a saperà.

Cumu cresce la luce quella mane à bon'ora
trà luna vechja è sole omu ùn si pò sbaglia
Cumu cresce l'omu à mez'à la nigrura
A vita libera.

È puru di'ssu mondu tutti ne sò fieri
Di pretende salvà a nostra umanità
Ùn feghjenu chè l'altri in paesi strangeri
Bramendu a libertà.

O populu d'Irlanda fà sunà lu viulinu
Tamburi è caramusa per pruvà d'innacqua
L'avvene chì ferà girà lu mulinu
Di a to fraternità.

Beal Feirste sì cità marturiata
Beal Feirste o chì vita straziata
Beal Feirste sì cità marturiata
Beal Feirste o signore pietà.

inviata da Riccardo Venturi - 30/1/2007 - 18:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org