Lingua   

Chi dici Nicò

Carlo Muratori
Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

Marina di Melilli
(Carlo Muratori)
Lune
(Riccardo Tesi & Banditaliana)
Abele
(Edoardo De Angelis)


[2015]
Album : Sale

sale

“Chi dici Nicò” si apre con un estratto dal film “Bronte” di Florestano Vancini, testimonianza di un Risorgimento tradito nell’eccidio perpetrato da Nino Bixio e dai garibaldini a Bronte (CT). Nella pellicola Ivo Garrani dà voce al discorso che l’avvocato Nicolò Lombardo pronunciò prima di essere giustiziato con Nunzio Frajunco, lo scemo del paese; il cunto di Muratori ricostruisce questo eccidio dimenticato del 1860 a protezione degli accordi con gli inglesi.

blogfoolk
Solo poche parole, signor Presidente, per non togliere altro tempo alla commissione.
Noi abbiamo avuto un giudizio ex abrupto nell'anno 1860, quando in Sicilia non ci sono più i Vicerè, ma Giuseppe Garibaldi, in nome della libertà.
Quale che possa essere la vostra sentenza, non è un onore per voi, uomini della nuova Sicilia, della nuova Italia, averci giudicati come ai tempi dei Vicerè.
Dentro la grande ingiustizia, l'ingiustizia storica che si consuma contro questo popolo, c'è quest'altra particolare ingiustizia che si commette contro di noi. Come avvocato ne sono indignato!
Come uomo, che ha combattuto per gli stessi ideali in nome dei quali voi credete di poterci giudicare, ne sono schiantato. E tuttavia vi dico che io credo in questa Italia, credo in questo popolo.
(1)

Sunannu la campana
E satunu i cappeddi
Ccu i petri di la chiana

Di petri li palori
Di ‘ntagghiu e di timpuna
"Vulemu libbirtà
Nun semu di cartuna

Nuatri semu cristiani
E no fumeri e fancu
La terra è di li genti
Di cu ci jetta sancu"

Chi aspetti Nicò
S’un pugnu di surdati
Nun sentunu raggiuni
Nun hannu pietati

Ci cridi Nicò
‘Nto chianu di san Vitu
A Nunziu lu pigghiaru
Comu ‘nu gran banditu

Nunziu è n’angiuleddu
Nun c’è chiù riligiuni
Cascau di lu celu
Ccu l’ali di cartuni

E la Sicilia è ‘n festa
C’havi chiù di tri misi
"Semu tutti taliani
Ma a Brunti semu ‘ngrisi”

A Brunti nun c’è liggi
Ppi santi e tradituri
S’ambrogghiunu li carti:
Cu persi è vincituri

E ccu vincii t’ammazza
E scava la tò fossa
Ci chianta ‘na bannera
Ca è virdi janca e russa

Russa comu a cammisa
D’un jurici surdatu
Dicia: “Viva l’Italia”
Doppu ca n’ammazzatu

Chi vidi Nicò
‘Na cruci pinitenti
‘Ssa cruci è comu specchiu
Distinu di ‘nnuccenti

E’ austu Nicò
É austu e pari ‘mmernu
Ppi ‘na morti gluriusa
E’ propriu ‘nu gran jornu.
(1) Dal film Bronte: cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato di Florestano Vancini, voce di Ivo Garrani: parte del discorso pronunciato da Nicolò Lombardo (Bronte 1812 - 1860) prima di essere fucilato

inviata da dq82 - 1/7/2016 - 14:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org