Lingua   

La gaviota

Silvio Rodríguez
Lingua: Spagnolo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Elogio de la guerra
(Silvio Rodríguez)
Encubrimiento de América
(Pedro Guerra)
El Rey de las flores
(Silvio Rodríguez)


(1976)
Album: Unicornio (1982)
Gaviota


La Gaviota non è una delle canzoni più famose di Silvio Rodriguez. Sul web si trovano molte discussioni sul significato di altre sue canzoni, come Ojalá o Unicornio ma quasi niente a proposito del significato di questa canzone dedicata al gabbiano.

Cosa rappresenta questo gabbiano, così bello e così tremendamente mortale? Un amico sosteneva una teoria molto interessante: il gabbiano è in realtà un aereo da guerra. Affascinante spiegazione, però personalmente preferisco il significato letterale e mi immagino il soldato che ha visto e vissuto gli orrori più atroci, una guerra che si presume lo abbia reso più forte, quasi immune al dolore, però ritrovandosi di fronte alla bellezza naturale del gabbiano crolla completamente e si rende conto che è tornato dalla guerra piccolo e indifeso di fronte alla vita. La guerra non lo ha ucciso, la bellezza del gabbiano sì. Come dice lo stesso Silvio nella “Canción del Elegido”: “Lo más terrible se aprende enseguida y lo hermoso nos cuesta la vida” (La cosa più terribile si impara subito e il bello ci costa la vita).

traduzione/adattamento da Guerilla pop
Corrían los días de fines de guerra.
Había un soldado regresando intacto
—intacto del frío mortal de la tierra,
intacto de flores de horror en su cuarto.

Elevó los ojos, respiró profundo,
la palabra cielo se hizo en su boca
y como si no hubiera más en el mundo
por el firmamento pasó una gaviota.

Gaviota, gaviota, vals del equilibrio,
cadencia increíble, llamada en el hombro.
Gaviota, gaviota, blancura, delirio,
aire y bailarina, gaviota de asombro.

¿Adónde te marchas, canción de la brisa,
tan rápida, tan detenida?
Disparo en la sien y metralla en la risa,
gaviota que pasa y se lleva la vida.

Corrían los días de fines de guerra.
Pasó una gaviota volando, volando
lento, como un tiempo de amor que se cierra,
imperio de ala, de cielo y de cuándo.

Gaviota, gaviota, vals del equilibrio,
cadencia increíble, llamada en el hombro.
Gaviota, gaviota, blancura, delirio,
aire y bailarina, gaviota de asombro.

Corrían los días de fines de guerra,
pasó una gaviota volando.
Y el que anduvo intacto rodó por la tierra,
huérfano, desnudo, herido, sangrando.

inviata da Lorenzo Masetti - 30/6/2016 - 00:06




Lingua: Italiano

Versione italiana di Lorenzo Masetti
accetto suggerimenti perché è molto più difficile di quanto sembri a prima vista...
IL GABBIANO

Correvano i giorni della fine della guerra
c'era un soldato che tornava sano e salvo
- intero dal freddo mortale della terra
salvo dai fiori di orrori nella sua stanza

Alzò gli occhi, prese un respiro profondo
la parola cielo gli si formò sulle labbra
e come se non ci fosse altra cosa al mondo
per il firmamento passò un gabbiano

Gabbiano, gabbiano, valzer dell'equilibrio
cadenza incredibile, chiamata sulla spalla
Gabbiano, gabbiano, bianchezza, delirio,
aria e ballerina, gabbiano di stupore

Dove te ne vai, canzone della brezza
così veloce, così trattenuta?
Sparo alla tempia e schegge sul sorriso
gabbiano che passa e si porta via la vita

Correvano i giorni della fine della guerra
Passò un gabbiano volando, volando
lento, come un tempo d'amore che si chiude,
impero di ala, di cielo e di quando.

Gabbiano, gabbiano, valzer dell'equilibrio
cadenza incredibile, chiamata sulla spalla
Gabbiano, gabbiano, bianchezza, delirio,
aria e ballerina, gabbiano di stupore

Correvano i giorni della fine della guerra
Passò un gabbiano volando.
E colui che aveva camminato sano e salvo rotolò a terra
orfano, nudo, ferito, sanguinante.

30/6/2016 - 21:02




Lingua: Inglese

Versione inglese di Freda da Lyrics Translate
THE SEAGULL

Those were the days of the end of the war
And there was a soldier returning intact:
Intact from the deadly cold of the earth,
Intact from the flowers of horror in his room.

He raised his eyes, breathed deeply,
The word "heaven" formed in his mouth.
And as if there was nothing else in the world,
Through the sky passed a seagull.

Seagull, seagull, waltz of balance,
Incredible cadence called on the shoulder.
Seagull, seagull, whiteness of a lily,
Air and dancer, seagull of amazement.

Where are you going to, song of the breeze,
So quick, so restrained,
Shot in the head and shrapnel in the laughter,
Seagull who passes by and takes life?

Those were the days of the end of the war
A seagull passed by flying, flying,
Slow, like a time of love that closes,
Empire of wing, of sky and of when.

Seagull, seagull, waltz of balance,
Incredible cadence called on the shoulder.
Seagull, seagull, whiteness of a lily,
Air and dancer, seagull of amazement.

Those were the days of the end of the war,
A seagull passed by flying
And the one who was intact rolled around in the dirt:
Orphaned, naked, wounded, bleeding.

29/4/2018 - 19:20




Lingua: Francese

Versione francese di Elisabeth da Lyrics Translate
LA MOUETTE

Les jours de fin de guerre s'écoulaient
Et il y avait un soldat qui revenait, sain et sauf:
Sauf du froid mortel de la terre,
Et des fleurs de l'horreur dans sa chambre.

Il leva les yeux et prit une profonde inspiration,
Le mot ciel se dessina sur ses lèvres
Et, comme s'il n'y avait plus rien d'autre au monde,
Une mouette passa dans le firmament.

Mouette, mouette, valse de l'équilibre,
Cadence incroyable, appel sur l'épaule.
Mouette, mouette, blancheur du lys,
Air et ballerine, mouette de stupéfaction.

Où pars-tu, chanson de la brise,
Si rapide, si retenue,
Tir dans la tempe et mitraille dans le rire,
Mouette qui passe et emporte la vie?

Les jours de fin de guerre s'écoulaient,
Une mouette passa en volant, en volant
Lentement, comme un temps d'amour qui se ferme,
Empire d'aile, de ciel et de quand.

Mouette, mouette, valse de l'équilibre,
Cadence incroyable, appel sur l'épaule.
Mouette, mouette, blancheur du lys,
Air et ballerine, mouette de stupéfaction.

Les jours de fin de guerre s'écoulaient,
Une mouette passa en volant
Et celui qui marcha sain et sauf erra autour de la terre:
Orphelin, nu, blessé, ensanglanté.

29/4/2018 - 19:22


Molto bella, grazie Lorenzo, muy obligado.

Bernart Bartleby - 30/6/2016 - 00:13


De nada... magari domani proverò anche a tradurla. Il disco "Unicornio" l'ho comprato a Cuba ed è molto bello. Di Silvio alcuni dicono che sia troppo conformista, un troppo accanito difensore della Rivoluzione e del governo castrista (a cui pure non ha risparmiato alcune critiche). Si dice anche che per questo abbia litigato a morte con il suo compagno di un tempo, Pablo Milanes. In ogni caso rimane secondo me un artista di primo piano, autore di canzoni mai banali e quasi mai propagandistiche o celebrative.

Lorenzo - 30/6/2016 - 00:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org