Lingua   

Jim Crow Train

Josh White
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Southern Exposure
(Josh White)
Go Away You Bomb
(Bob Dylan)
(I’m Marching Down) Freedom Road
(Josh White)


[1941]
Parole e musica di Josh White, in collaborazione con William Waring Cuney (1906-1976), poeta esponente dell’“Harlem Renaissance”.
Nel disco “Southern Exposure. An Album Of Jim Crow Blues sung by Joshua White”.
Testo trovato sul blog Pancocojams, come trascritto all’ascolto da Azizi Powell.

Southern Exposure

Il blues non esisterebbe senza “Jim Crow”. ‎
Con questo nome viene indicato il sistema istituzionale legislativamente fondato sul presupposto ‎della disuguaglianza e segregazione razziale che fu in vigore negli States dal 1876 (ma di fatto dalla ‎loro costituzione) al 1965 e che ha reso la vita un inferno per gli afro-americani specialmente negli ‎Stati del sud. Il nomignolo "Jim Crow" è da far risalire a "Jump Jim Crow", canzonetta popolare del ‎‎1828 di tal Thomas Dartmouth (T.D.) "Daddy" Rice, un cabarettista bianco che la interpretava ‎truccato da afroamericano.‎



Il “Jim Crow Train” di cui canta Josh White è un treno segregato, dove le carrozze migliori erano riservate ai bianchi e interdette ai neri (salvo il personale di servizio, ovviamente), qualunque fosse la loro condizione sociale…
Sulle CCG/AWS ci sono molte canzoni dedicate al sistema “Jim Crow”, basta digitare l’espressione nel motore di ricerca interno.
Can't you hear that train whistle blow?
Can't you hear that train whistle blow?
Can't you hear that train whistle blow?
Lord, I wish that train wasn't Jim Crow.

Stop the train so I can ride this train
Stop Jim Crow so I can ride this train
Stop Jim Crow so I can ride this train
Black and white folks ridin side by side.

Now hear that train whistle blow
Can’t you hear that train whistle blow?
Can’t you hear that train whistle blow?
Oh-o Lord, this train is Jim Crow.

Damn that Jim Crow.

inviata da Bernart Bartleby - 4/2/2016 - 10:40



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org