Lingua   

Welfare Store Blues

Sonny Boy Williamson I
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Someone Like You
(Living Colour)
The Ballad of Jimmy Wilson
(Ewan MacColl)


[1940]
Parole e musica di John Lee Curtis "Sonny Boy" Williamson (1914-1948), cantante e virtuoso dell’armonica blues, “The Original”, da non confondersi con il più famoso Alex Ford, detto Sonny Boy Williamson II (1912-1965), pure lui cantante ed armonicista.
Singolo del 1940, pubblicato nel gennaio del 1941, e poi incluso in molte raccolte dedicate al suo autore.

 Sonny Boy Williamson I


Dopo il crollo del 29, l’amministrazione Hoover (repubblicano, già per molti anni ministro del commercio e non esente pertanto da responsabilità nel disastro) si dimostrò quasi incapace di governare la crisi ed il suo superamento. Il nome di Hoover rimane più che altro legato alle “Hoovertown”, così erano chiamate le centinaia di baraccopoli che sorsero in quegli anni ai margini di tutte le grandi città degli USA… Il New Deal, come sappiamo, arrivò solo con il democratico Franklin Delano Roosevelt che da subito varò un piano gigantesco di aiuti federali alla popolazione stremata e di lavori pubblici e, atto non meno importante, mise la parola fine alla brutta stagione del proibizionismo.
Ma già nel 1935 i programmi federali di emergenza ebbero termine e la responsabilità della loro prosecuzione venne spostata in capo ai governi statali. Fu allora molto chiaro quale era stato il limite principale dell’azione, pur importante, dell’amministrazione Roosevelt: nelle code per ricevere cibo e vestiti erano rimasti quasi solo i neri, e questo perché tra di loro si registrava ancora una percentuale di disoccupazione altissima rispetto a quella dei bianchi. Il New Deal non aveva risolto affatto razzismo e segregazionismo, e ci sarebbe voluto ancora molto tempo…


There's no way like the American Way, Louisville, Kentucky, 1937. Fotografia di Margaret Bourke-White.

There's no way like the American Way, Louisville, Kentucky, 1937. Fotografia di Margaret Bourke-White.



Non c’è quindi da stupirsi se in questa canzone Sonny Boy Williamson I insiste con la sua compagna che lui non andrà più a mettersi in coda, non andrà più ad umiliarsi per un paio di scomode scarpe e una giacca militare, o per una scatola di fagioli o di trippa di seconda scelta, “Farò qualunque cosa tu vorrai, piccola, ma non ci vado più a fare la coda allo spaccio statale!”
Now me and my baby we talked late last night
An we talked for another hour
She wanted me to go down to the welfare store
And get a sack a-that welfare flour

But I told her, “No, baby
And I sure don't wanna go”
I said, “I'll do anything in the world for you
I don't wanna go down to that welfare store”

Now, you need to go get you some real white man
You know, to sign yo' little note
They give ya a pair of them king-toed shoes
I want no a-them pleat-back soldier coat

But I told her, “No, baby
And I sure don't wanna go”
I say, “I'll do anything in the world for ya
But I don't wanna go down to that welfare store”

President Roosevelt said on welfare people
“They gonna treat ev'ryone right”
Said, “They give ya a can of them beans
An a can or two of them old tripe”

But I told her, “No, baby
And I sure don't wanna go”
I say, “I'll do anything in the world for ya
But I don't wanna go down to that welfare store, now”

Well now, me an my baby we talked yesterday
An we talked in my backyard
She said, “I'll take care-a you, Sonny Boy
Just as long as these times stay hard”
An I told her, “Yeah, baby and I sure won't have to go”

I said, “If you do that for me
I won't have to go down to that welfare store”

inviata da Bernart Bartleby - 15/1/2016 - 09:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org