Lingua   

I due fannulloni

Matteo Salvatore
Lingua: Italiano (Pugliese Foggiano)


Ti può interessare anche...

E cume vogghie fè?
(Savino Totaro)
Il lamento dei mendicanti
(Matteo Salvatore)
W la guerra
(Matteo Salvatore)


[1966]
Parole e musica di Matteo Salvatore
Nel disco “Il lamento dei mendicanti” pubblicato da I Dischi del Sole nel 1966

Il lamento dei mendicanti
Hitler i Mussolini
sono stati due assassini
Hanno voluto fare la guerra
per dominare mare, cielo e terra

Allo tempo de li fascisti
attaccavano li manifesti
le donne ann' a figlià
lu popola a da aumentà

Quella donna ca nu figlieva
ieva pregà Santo Lazene
pe’ nu figlio tremila lire
se ieva masculo cinquemila lire

Chi lo chiamav’ Benito
Doppio premio è favorito
So’ passete nu poco d’anni
Lu paise è piene de uagliune

Tutti scav’zz i affameti
Quellu premiu cià ruvineti
A lu sang’ de chi te murt’
Ca te pozzen’ accide ‘ngann’

A lu sang’ de chi te murt’
Ca te pozzen’ accide ‘ngann’
Uè che grossa frecatura
Comm’amm’ a fà co sti criature?
La canzone - che ho tentato di trascrivere all’ascolto - è seguita da un lungo monologo poetico - mezzo in italiano, mezzo in foggiano - dove Matteo Salvatore racconta della guerra e dell’immediato secondo dopoguerra. Proverò a trascriverlo appena riesco.

inviata da Bernart Bartleby - 24/10/2015 - 22:47



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org