Lingua   

The Praties

Stan Kelly
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Pity the Downtrodden Landlord
(Fred Hellerman)
There Are Too Many Saviours On My Cross
(Richard Harris)
Bobby Sands From Belfast
(anonimo)


Canzone tradizionale irlandese
Arrangiamento di Stan Kelly (1929-2014), songwriter e scienziato informatico nato a Liverpool ma di origine irlandese, risalente al 1961.
Testo trovato sul sito dell’autore
La canzone , con il titolo più esteso di “The Praties They Grow Small”, è stata interpretata da molti altri artisti, come Carolyn Hester e Ron Kavana. Trovo anche una versione del gruppo italo-irlandese “Whisky Trail”, nell’album “Canzoni d'Amore e di Lotta del Popolo Irlandese” pubblicato in Italia nel 1976 per I Dischi dello Zodiaco.



Una canzone risalente alla “Great Famine” che flagellò l’Irlanda (e anche le Highlands scozzesi) a metà dell’800. Dovuta ad una parassitosi della patata, i suoi effetti furono moltiplicati dalla soggezione politica e commerciale dell'Irlanda alla Corona inglese, tant'è che qualche storico (p.e. Francis A. Boyle) si spinge a dire che in quel periodo l'Inghilterra realizzò di fatto un genocidio per fame della popolazione irlandese.
“The praties” sta per “potatoes”…
Oh the praties they are small, over here, [over here],
Oh the praties they are small, over here,
Oh the praties they are small, and we dig them in the fall,
And we eat them roots [coats] and all, over here, [over here].

Oh I wish that we were geese, night and morn, [night and morn],
Oh I wish that we were geese, night and morn,
Oh I wish that we were geese, for they live and die in peace,
Till the day of their decease, stuffin' corn, [stuffin' corn].

Oh we're ground into the dust, over here, [over here],
Oh we're ground into the dust, over here,
Oh we're ground into the dust, but the Party that we trust [the God in Whom we trust],
Will yet give us crumb for crust, over here, [over here].

inviata da Bernart Bartleby - 17/7/2015 - 14:00



Lingua: Italiano

La versione del gruppo italo-irlandese “Whisky Trail”, nell’album “Canzoni d'Amore e di Lotta del Popolo Irlandese” pubblicato in Italia nel 1976 per I Dischi dello Zodiaco.

 Whisky Trail


“Anche conosciuta con il titolo di The Famine Song (La canzone della carestia). Nel 1846 il raccolto delle patate (dieta base degli irlandesi) fu disastroso; sopravvenne La Grande Carestia che dimezzò la popolazione. Praties è l'anglicizzazione della parola gaelica pratai, per patate."
LE PATATE

Le patate crescono piccole qui da noi
Le patate crescono piccole qui da noi
Le patate crescono piccole le raccogliamo in autunno
E le mangiamo con la buccia e il resto qui da noi

Vorrei che fossimo oche notte e giorno
Vorrei che fossimo oche notte e giorno
Vorrei che fossimo oche per poter vivere in pace
Fino all'ora della liberazione mangiando granturco

Siamo nella polvere qui da noi
Siamo nella polvere qui da noi
Siamo nella polvere ma il Dio in cui crediamo
Ci ripagherà con della mollica per ogni crosta qui da noi

inviata da Bernart Bartleby - 17/7/2015 - 14:01



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org