Lingua   

La ruspa del piacere

anonimo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

No Tav
(Earth Resistance Dub Sound)
La ballata di Roberto
(Iubal Kollettivo Musicale)
Il blues della maschera antigas
(Giada & the Barber Shop)


Canzone come sempre segnalata dall'impareggiabile Adriana, proveniente dalla mailing list Tuttosquat.

Questa canzone è stata cantata in pubblico per la prima volta dal vivo il 4 novembre [2006] a Bussoleno, durante l'iniziativa "Valsusa nel vento" e su Radio Blackout durante la trasmissione "Tuttosquat".

Radio Blackout


La canzone è sull'aria del celebre Tango delle capinere di Cesare Andrea Bixio (1920).
Lassu' in val Cenischia
Terra di sogni e di chimere
Un bel viadotto stona
Ma escon le boie pantere

Han la divisa scura
E una speranza in cuor
Mandarti giù in galera
A colpi di baston

Alle tre e mezza va
La ruspa del piacere
E nell'oscurità
c'è Sanna e vuol godere

Son botte a profusion
Son calci nel sedere
E questa è la canzon
Del carabiniere.

Il presidiante stanco
Scende la sierra martoriata
Ma anche Torino è affianco
Brucia la sua barricata

Dobbiamo ritornare
A prenderci Venaus
Invadere il cantiere
Cacciare i boia-faus

A mezzogiorno va
La manifestazione
Dai monti scenderà
Sui servi del padrone

Son grida di passion
Ciascuno vuol godere
E nell'oscurità
Torna il carabiniere.

inviata da Riccardo Venturi - 27/11/2006 - 08:57



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org