Lingua   

If They Come in the Morning

Jack Warshaw
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Guantanamo Will Be Free
(Jack Warshaw)
Natives
(Christy Moore)
Troubadour
(Jack Warshaw)


[1977]
Lyrics & Music by Jack Warshaw
Album: Long Time Gone [1979]

If They Come in the Morning: Voices of Resistance

The title is from the book by black radical Angela Davis, If They Come in the Morning: Voices of Resistance (New York: Third Press, 1971), expressing solidarity with political prisoners and those who fight injustice. Retitled "No Time for Love" in the Christy Moore's version it's become an Irish and international anthem.

"I honour Christy and Declan for taking my song about political prisoners around the world- this clip from his Glasgow Barrowland performance, 2009. His wild electric version quite different from my all acoustic original.. "

They call it the law, apartheid, internment, conscription, partition and silence..
The law that they made to keep you and me where they think we belong..
They who hide behind steel and bullet-proof glass, machine guns and spies,
And tell us who suffer their tear gas and the torture that we're in the wrong.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

The trade union leaders, the writers, the rebels, the fighters and all
And the strikers who fought with the cops at the factory gate
The sons and the daughters of unnumbered heroes who paid with their lives
And the poor folk whose class or creed or belief was their only mistake..

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

They suffered the torture they rotted in cells, wrote letters, went crazy and died.
The limits of pain they endured but the loneliness got them instead.
The courts gave them justice as justice is given by well-mannered thugs.
Sometimes they fought for the will to survive -and sometimes they wished they were dead.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

They took away Sacco, Vanzetti, Connolly and Pearce in their time.
They came for Newton and Seal, Bobby Sands and some of his friends.
In Boston, Chicago, Saigon, Santiago, Capetown and Belfast,
And places that never make headlines, the list never ends..

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

They tell us that here we are free to do and to say what we please
To march and to write and to sing, as long as we do it alone
But say it and do it with comrades united and strong
And they'll give you a long rest with walls and barbed wire for a home

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

The boys in blue are only a few of the everyday cops on the beat,
The C.I.D., Branchmen, spies and informers do their job as well;
And behind them the men who tap phones and take pictures and program computers and file
And the men who gives orders to come and take you to a cell.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the siren is the cry of the morning.

So come all you people who give to your sisters and brothers the will to fight on,
They say you can get used to a war, that doesn't mean that the war isn't on.
The fish need the sea to survive, just like your comrades do
And the death squad can only get through to them if first they can get through to you.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the si-ren is the cry of the morning.

inviata da giorgio - 28/9/2006 - 10:10




Lingua: Inglese

Versione cantata da Christy Moore nel primo album dei Moving Hearts
NO TIME FOR LOVE

You call it the law, we call it apartheid, internment, conscription, partition and silence.
It's the law that they make to keep you and me where they think we belong.
They hide behind steel and bullet-proof glass, machine guns and spies,
And tell us who suffer the tear gas and the torture that we're in the wrong.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the siren's the cry of the morning.

They suffered the torture they rotted in cells, went crazy, wrote letters and died.
The limits of pain they endured - the loneliness got them instead.
And the courts gave them justice as justice is given by well-mannered thugs.
Sometimes they fought for the will to survive but more times they just wished they were dead.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the siren's the cry of the morning.

They took away Sacco, Vanzetti, Connolly and Pearce in their time.
They came for Newton and Seal, Bobby Sands and some of his friends.
In Boston, Chicago, Saigon, Santiago, Warsaw and Belfast,
And places that never make headlines, the list never ends.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the siren's the cry of the morning.

The boys in blue are only a few of the everyday cops on the beat,
The C.I.D., Branchmen, informers and spies do their jobs just as well;
Behind them the men who tap phones, take photos, program computers and files,
And the man who tells them when to come and take you to your cell.

No time for love if they come in the morning,
No time to show tears or for fears in the morning,
No time for goodbye, no time to ask why,
And the sound of the siren's the cry of the morning.

All of you people who give to your sisters and brothers the will to fight on,
They say you can get used to a war, that doesn't mean that the war isn't on.
The fish need the sea to survive, just like your people need you.
And the death squad can only get through to them if first they can get through to you.

15/5/2013 - 10:42




Lingua: Italiano

Versione italiana di Franco Senia, dal suo Black Blog
NON C'È TEMPO PER AMARE

Voi la chiamate legge,
Noi la chiamiamo segregazione, internamento, coscrizione, divisione e silenzio
E' la legge che fanno per tenerci dove ritengono che dobbiamo stare
Loro si nascondono dietro acciaio e vetri antiproiettile, protetti da mitra e spie
E vengono a dire a noi, che abbiamo subito gas lacrimogeni e tortura, che il torto è nostro

Non c'è tempo per amare se vengono al mattino
Non c'è tempo per mostrare lacrime e paura il mattino
Non c'è tempo per gli addii non c'è il tempo di chiedere perché
E il suono delle sirene è il grido del mattino

Hanno sofferto la tortura, sono marciti in cella, sono impazziti, hanno scritto lettere e sono morti
Hanno subito una pena indicibile, ma è stata la solitudine ad aver ragione di loro
E i tribunali hanno dato loro quella giustizia che è amministrata da assassini di buone maniere
Qualche volta hanno combattuto per la volontà di sopravvivere, ma il più volte delle volte
hanno desiderato di essere morti.

Non c'è tempo per amare se vengono al mattino
Non c'è tempo per mostrare lacrime e paura il mattino
Non c'è tempo per gli addii non c'è il tempo di chiedere perché
E il suono delle sirene è il grido del mattino

Sono venuti a prendere Sacco, Vanzetti, Connolly e Pearse tempo fa
Sono venuti per Newton e Seale, per Bobby Sands e per alcuni dei suoi amici
A Boston, a Chicago, a Saigon, a Santiago, a Varsavia e a Belfast
E in posti che non fanno mai notizia, l'elenco è infinito

Non c'è tempo per amare se vengono al mattino
Non c'è tempo per mostrare lacrime e paura il mattino
Non c'è tempo per gli addii non c'è il tempo di chiedere perché
E il suono delle sirene è il grido del mattino

I ragazzi vestiti di blu sono solo alcuni tra i tanti sbirri di guardia ogni giorno
Quelli del C.I.D., gli informatori e le spie fanno altrettanto bene il loro lavoro
Dietro di loro ci sono quelli che intercettano le telefonate, fotografano,
programmano computer e file
E poi c'è quello che dice loro quando venire a prenderti e portarti in cella

Non c'è tempo per amare se vengono al mattino
Non c'è tempo per mostrare lacrime e paura il mattino
Non c'è tempo per gli addii non c'è il tempo di chiedere perché
E il suono delle sirene è il grido del mattino

Tutti quanti voi che date alle nostre sorelle e fratelli la forza di continuare a lottare
Loro vi dicono che vi abituerete a questa guerra, e il che non significa che la guerra non
sia già iniziata
Il pesce ha bisogno del mare per sopravvivere, proprio come la vostra gente ha bisogno di voi
E lo squadrone della morte potrà raggiungerli solo se prima farà fuori voi.

Non c'è tempo per amare se vengono al mattino
Non c'è tempo per mostrare lacrime e paura il mattino
Non c'è tempo per gli addii non c'è il tempo di chiedere perché
E il suono delle sirene è il grido del mattino

28/9/2006 - 10:12




Lingua: Italiano

Traduzione e note, tratti da Accordi e canzoni - di Fabio
NON C'È TEMPO PER L'AMORE

Voi la chiamate legge, noi la chiamiamo segregazione, coscrizione, divisione e silenzio
E' una legge che hanno fatto per farci rimanere, te e me, dove loro credono dobbiamo stare
Si nascondono dietro lastre d'acciaio e vetri antiproiettile, mitragliatrici e spie
E dicono che noi che abbiamo sopportato i gas lacrimogeni e la tortura, siamo nel torto

Non c'è tempo per l'amore se arrivano al mattino
Non c'è tempo per piangere o aver paura la mattina
Non c'è tempo per salutarsi e chiedersi perchè
E il suono delle sirene, il lamento del mattino.

Hanno sofferto torture, sono marciti in celle, sono impazziti, hanno scritto lettere e sono morti
Hanno resistito ai dolori più atroci, ma la solitudine li ha piegati
E le corti hanno reso loro giustizia, per come può essere corretta la giustizia di assassini mascherati da persone per bene
Hanno lottato per sopravvivere, ma il più delle volte desideravano semplicemente di essere morti.

Non c'è tempo per l'amore se arrivano al mattino
Non c'è tempo per piangere o aver paura la mattina
Non c'è tempo per salutarsi e chiedersi perchè
E il suono delle sirene, il lamento del mattino.

Hanno ucciso Sacco, Vanzetti, Connoly e Pearse al loro tempo,
sono venuti per Newton e Seal, Bobby Sands e qualcuno dei suoi amici
A Boston, Chicago, Saigon, Santiago, Varsavia e Belfast
E in altri luoghi che non hanno mai avuto spazio in prima pagina, la lista non finirebbe mai.

Non c'è tempo per l'amore se arrivano al mattino
Non c'è tempo per piangere o aver paura la mattina
Non c'è tempo per salutarsi e chiedersi perchè
E il suono delle sirene, il lamento del mattino.

Gli agenti speciali sono solo una piccola parte dei poliziotti che fanno il loro dovere
Il C. I. D., gli informatori e le spie fanno il loro lavoro altrettanto bene
Dietro di loro gli uomini che controllano i telefoni, fanno fotografie, programmano computer e e file
E l'uomo che dice loro quando devono venire e portarti in cella
Ci dicono che qui siamo liberi di vivere le nostre vite come più ci piace,
liberi di marciare, scrivere e cantare fino a che lo facciamo da soli.
Ma prova a dirlo o a farlo con i tuoi compagni, uniti e forti,
e loro ti porteranno a riposare in una casa di mura e filo spinato.

Non c'è tempo per l'amore se arrivano al mattino
Non c'è tempo per piangere o aver paura la mattina
Non c'è tempo per salutarsi e chiedersi perchè
E il suono delle sirene, il lamento del mattino.

Allora venite voi che date alle vostre sorelle e ai vostri fratelli la volontà di lottare
Dicono che potrete abituarvi a questa guerra, ma ciò non significa che questa guerra non ci sia
Un pesce ha bisogno del mare per vivere, proprio come i tuoi compagni hanno bisogno di te
E la squadra della morte potrà sopraffarli solo se avrà prima vinto te.

Non c'è tempo per l'amore se arrivano al mattino
Non c'è tempo per piangere o aver paura la mattina
Non c'è tempo per salutarsi e chiedersi perchè
E il suono delle sirene, il lamento del mattino.

Padraic Pearse (1879 – 1916):
Letterato e teorico della rinascita dell'identità gaelica, Padraic (Patrick) Pearse, è il fondatore del gruppo degli Irish Volunteers, un esercito di volontari che controllava campagne e periferie irlandesi nel secondo decennio dello scorso secolo. Tra gli ufficiali di questo gruppo è presente anche Eamon De Valera, futuro primo presidente dell'Eire.
Coinvolto nell'insurrezione di Pasqua ("Easter Rising") del 1916, Pearse proclama la nascita di una Repubblica Irlandese, che verrà stroncata dall'esercito britannico in meno di tre giorni. Il 3 maggio 1916 viene fucilato dagli inglesi. La sua uccisione, insieme a quelle di altri esponenti politici irlandesi, porterà la popolazione ad appoggiare la rivoluzione e il partito politico nazionalista Sinn Fein (Dal gaelico, significa "Noi soli" e si legge Shinn Féin) dando origine alla guerra anglo-irlandese (1919-1921) che si concluderà con la suddivisione dell'isola in Eire (Irlanda del sud, a maggioranza cattolica) e Ulster (Irlanda del nord, a maggioranza protestante).

Bobby Sands (1954 - 1981)
Bobby Sands nasce nel 1954 a Rathcoole, una quartiere a maggioranza protestante nella periferia settentrionale di Belfast (Ulster). A diciott'anni entra nell'IRA, l'esercito rivoluzionario irlandese,e, nell’ottobre del 1972, viene arrestato per possesso di armi e condannato a tre anni e mezzo di reclusione. Resta nel carcere di Long Kesh fino al 1976 e, una volta scarcerato, riprende la lotta con il movimento repubblicano.
Sei mesi dopo, in seguito ad uno scontro a fuoco, viene nuovamente arrestato. Condannato a 15 anni di carcere, rifiuta di rispondere alle domande degli inquirenti e incomincia la protesta contro le condizioni di detenzione. L’11 marzo 1981 Sands inizia uno sciopero della fame che avrà un notevole impatto sull’opinione pubblica mondiale soprattutto dopo che, nel mese di aprile, Sands viene eletto nelle liste del Sinn Fein per la contea di Farmanagh. Nonostante il sostegno popolare e l’interessamento diretto del Vaticano, l’allora primo ministro britannico conservatore Margareth Thatcher (vedere anche "The final cut", nella sezione Pink Floyd) rifiuta il dialogo con i detenuti in sciopero. Sands muore il 5 maggio 1981, dopo 65 giorni di sciopero della fame.

James Connoly
Patriota irlandese, James Connoly è il fondatore dell'Irish Socialist Republican Party (partito socialista repubblicano irlandese), associazione che dà vita, nel 1913, ad una campagna di scioperi della durata di otto mesi, che riuscirono a resistere alle repressioni della polizia britannica.

inviata da GioZ - 29/9/2006 - 19:31


Ed ecco a voi la versione veramente completa (mi auguro!)
Ho aggiunto la strofa che mancava e sistemato un po' il resto.
Salute!

Grazie. L'abbiamo riportata in alto

giorgio - 15/5/2013 - 11:43


Notes:

This song -written by Jack Warshaw when he came to Belfast in 1977- has been regularly updated...Different versions given, adapted to Irish themes (Christy Moore's, etc.

giorgio - 15/5/2013 - 12:20



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org