Lingua   

Greedy Blade

Mastercastle
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti



[2009]
Nell’album intitolato “The Phoenix”
Testo trovato su www.Vajont.info – Sito antimafia documentale

The Phoenix

9 ottobre 1963, disastro del Vajont, la più grande strage di Stato di tutti i tempi…


The mountain split was plugged there
the wind can't blows its breath below no more
the river voice was shutted there
the human greed has built a blade of blood

Sometimes we feel lords of the world
we bridle earth and time

The whole mountain slid down
on 1963
a huge wave over top the dam an awful mud hand
spread graves where dignity was
the mountain split was plugged there
the wind can't blows its breath below no more
the river voice was shutted there
the human greed has built a blade of blood

[spoken]
An enormous landslide of about 260 milion cubic meter of forest, earth and rock which fell into the reservoir at up to 110 km per hour
The dam structure remained intact. Longarone and other villages was totally destroyed. 250 meter high wave over the top of the dam

Sometimes we feel lords of the world
we bridle earth and time

[spoken]
The rational behind claiming that Vajont disaster was a man made desaster.
On october 9th 1963 into the Vajont valley, in italian Alps, 268 million cubic meters of heavy compact rock slid northward into a vast reservoir containing one hundred fifty million cubic meters of water.
The giant wave created killed almost two thousand people.

inviata da Bernart Bartleby - 9/1/2014 - 12:09



Lingua: Italiano

Traduzione italiana da www.Vajont.info – Sito antimafia documentale.
LAMA D'AVIDITÀ

L'ingresso della valle fu riempito laggiù
il vento non può più soffiare laggiù, mai più
la voce del fiume fu spenta
l'avidità umana ha costruito una lama di sangue

Qualche volta ci sentiamo signori del mondo
imbrigliamo la terra e il tempo

L'intera montagna scivolò giù
nel 1963
un'onda immensa scavalcò la diga,
un'orribile mano di fango sparse tombe
dove prima c'era la dignità

[Parlato]
Un'enorme frana di circa 268 milioni di metri cubi di foresta, terra, rocce cadde nel bacino alla velocità di 110 km all'ora.
La struttura della diga rimase intatta. Longarone e altri paesi furono distrutti completamente.
L'onda era alta 250 metri sull'orlo della diga.

Qualche volta ci sentiamo signori del mondo
imbrigliamo la terra e il tempo

[Parlato]
Il senno di poi dichiarò che il disastro del Vajont fu un errore umano.
Nell'ottobre 1963 nella valle del Vajont, nelle Alpi italiane, 268 milioni di metri cubi di roccia compatta scivolarono a valle, in un bacino contenente 150 milioni di metri cubi d'acqua.
L'onda gigante creata uccise quasi 2.000 persone.

inviata da Bernart Bartleby - 9/1/2014 - 12:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org