Lingua   

Mao Mao

Claude Channes
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti



[1967]
Scritta da Gérard Guégan (1940-), scrittore giornalista e critico cinematografico francese, all’epoca militante comunista.
Musica di Gérard Hugé, direttore d’orchestra e compositore.
Nella colonna sonora del film di Jean-Luc Godard «La Chinoise», 1967.


Anne Wiazemsky, Jean-Pierre Léaud e Juliet Berto in una scena de «La Chinoise»
Anne Wiazemsky, Jean-Pierre Léaud e Juliet Berto in una scena de «La Chinoise»



Un anno prima del Maggio francese, cinque ragazzi si chiudono in un appartamento per confrontarsi sul «che fare?». L’unico testo a loro disposizione sembra essere il «libretto rosso» di Mao Tse-tung, in innumerevoli copie. Ciascuno reagisce diversamente al confronto, all’isolamento, all’indottrinamento. Véronique è la più radicale di tutti e decide di uccidere un ministro sovietico in visita a Parigi. Riuscirà nell’intento, non prima però di aver ucciso anche un malcapitato per errore. Alla fine sembra che tutti i protagonisti (tranne uno che si suicida) tornino ad una normale vita borghese. (Non ho visto il film, ho solo fatto una bieca sintesi di qualche sinossi)

«... Il film non piacque affatto ai veri maoisti europei che si sentivano presi in giro e che in esso, oltre alle massime del presidente Mao puntigliosamente citate , sentivano cantare una canzoncina, ‹Mao Mao›, che le trasformava in una buffa filastrocca. E non piacque nemmeno alla sinistra storica che vedeva una dubbia e tardiva apertura al marxismo da parte di un cineasta che fino ad allora aveva giudicato ideologicamente confuso e sostanzialmente 'borghese'» (Alberto Farassino, «Jean-Luc Godard», Il Castoro, 1996)
Le Vietnam brûle et moi je hurle Mao Mao
Johnson rigole et moi je vole Mao Mao
le napalm coule et moi je roule Mao Mao
les villes crèvent et moi je rêve Mao Mao
les putains crient et moi je ris Mao Mao
le ris est fou et moi je joue Mao Mao

C'est le petit livre rouge
qui fait que tout enfin bouge.

L'impérialisme dicte partout sa loi,
la révolution n'est pas un dîner,
la bombe A est un tigre en papier,
les masses sont les véritables héros.

Les ricains tuent et moi je mue Mao Mao
les fous sont rois et moi je bois Mao Mao
les bombes tonnent et moi je sonne Mao Mao
les bébés fuient et moi je fuis Mao Mao
les russes mangent et moi je danse Mao Mao
Giáp dénonce, je renonce Mao Mao

C'est le petit livre rouge
qui fait que tout enfin bouge.

La base de l'armée, c'est le soldat,
le vrai pouvoir est au bout du fusil,
les monstres seront tous anéantis,
l'ennemi ne périt pas de lui-même.

Mao Mao
Mao Mao
Mao Mao
Mao Mao

inviata da Bernart Bartleby - 1/1/2014 - 21:39




Lingua: Italiano

La versione italiana (ben più confusa e scialba dell’interessante originale) di Gian Pieretti (1940-), cantautore, compositore e paroliere italiano.
Credo che accompagnasse la versione italiana del film di Godard (1968).


MAO MAO

C'è chi non sa la verità Mao Mao
c'è chi riesce a sopportar Mao Mao
son tutti in guerra e non si sa
che cosa mai succederà Mao Mao.
Del mondo cosa ne sarà? Mao Mao.
Se tu lo sai diccelo un po' Mao Mao.

Terra del Sole nascente
ma dove andrà tanta gente?

L'idealismo a niente servirà
se poi la gente morire dovrà,
perché la Terra lo stesso girerà,
per sempre il Sole nel cielo brillerà a-ah.

La povertà non finirà Mao Mao
la guerra sempre ci sarà Mao Mao
ma poi la storia ci dirà
che tutto uguale resterà Mao Mao.
Ci sarà sempre chi saprà Mao Mao
cogliere un fiore più di te Mao Mao.

Terra del Sole nascente
ma dove andrà tanta gente?

L'imperialismo non sempre servirà
se poi la gente morire dovrà
perché la Terra lo stesso girerà
per sempre il Sole nel cielo brillerà a-ah.

La povertà non finirà Mao Mao
la guerra sempre ci sarà Mao Mao
ma poi la storia ci dirà
che tutto uguale resterà Mao Mao.
Ci sarà sempre chi saprà Mao Mao
cogliere un fiore più di te Mao Mao.
Ci sarà sempre chi saprà Mao Mao
cogliere un fiore più di te Mao Mao.

inviata da Bernart Bartleby - 1/1/2014 - 21:40




Lingua: Italiano

Traduzione italiana da Musica & Memoria
MAO MAO

Il Vietnam brucia e io urlo Mao Mao
Johnson ride e io volo Mao Mao
il napalm scorre e io guido Mao Mao
le città muoiono e io sogno Mao Mao
le puttane gridano e io rido Mao Mao
la risata è pazza e io gioco Mao Mao

Questo è il libretto rosso
che fa muovere tutto.

L'imperialismo detta ovunque la sua legge,
la rivoluzione non è un pranzo di gala,
la bomba A è una tigre di carta,
le masse sono i veri eroi.

Gli americani uccidono e io cresco Mao Mao
i pazzi sono Re e io bevo Mao Mao
le bombe tuonano e io suono Mao Mao
i bambini fuggono e io fuggo Mao Mao
i russi mangiano e io ballo Mao Mao
Giap denuncia, io rinuncio Mao Mao

Questo è il libretto rosso
che fa muovere tutto.

La base dell'esercito è il soldato
il vero potere è nella canna del fucile,
i mostri saranno tutti annientati,
il nemico non muore per conto suo.

Mao Mao
Mao Mao
Mao Mao
Mao Mao

23/11/2018 - 23:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org