Lingua   

Shut Out the Light

Bruce Springsteen
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Paradise
(Bruce Springsteen)
There's a Wall in Washington
(Iris DeMent)
Vietnam
(Bruce Springsteen)


B-side del singolo di Born In The U.S.A. (1985)
released on Tracks in 1998.

Le parti tra parentesi sono inedite

Born on the 4th of July  - Oliver Stone

Born on the 4th of July - Oliver Stone



Un altro brano che rende il legame di Springsteen col cinema. Appena atterrato dal Vietnam, torna nel suo quartiere ma non ha il coraggio di andare subito a casa; si ferma in un bar, a bere nell'angolo più buio. La sua donna intanto ha mandato i figli dalla nonna e si fa bella nell'attesa. Scena successiva: lui la sente sdraiarsi accanto sul letto, non muove un dito e alle 4 del mattino è ancora sveglio con lo sguardo fisso sul soffitto. In fondo, sono Bob De Niro e Meryl Streep nella scena del Cacciatore di Michael Cimino.
Salvatore Mannironi
The runway rushed up at him
as he felt the wheels touch down
He stood out on the blacktop
and took a taxi into town
He got out down on Main Street
and went into a local bar
He bought a drink and found a seat
in a corner off the dark
Well she called up her mama
to make sure the kids were out of the house
She checked herself out
in the dining room mirror
And undid an extra button on her blouse
He felt her lying next to him,
the clock said 4:00 am
He was staring at the ceiling
He couldn't move his hands

Oh mama mama mama come quick
I've got the shakes and I'm gonna be sick
Throw your arms around me in the cold dark night
Hey now mama don't shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light

Well on his porch they stretched a banner
that said "Johnny Welcome Home"
Bobby pulled his Ford out of the garage
and they polished up the chrome
His mama said "Johnny oh Johnny,
I'm so glad to have you back with me"
His pa said he was sure they'd give him his job back
down at the factory

[Now every evening,
well just after supper time
He'd go into the back bedroom
and he'd lock the door behind
He'd lie watching a telephone wire
stretched out across a chair
Just him and a few habits
he'd brought back from over there
]

Oh mama mama mama come quick
I've got the shakes and I'm gonna be sick
Throw your arms around me in the cold dark night
Hey now mama don't shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light

Well deep in a dark forest,
a forest filled with rain
Beyond a stretch of Maryland pines
there's a river without a name
In the cold black water
Johnson Leneir stands
He stares across the lights of the city
and dreams of where he's been

[As the grey moon disappears
beyond that ??? sign
Stars rise, grow brighter then gone gone gone
in the black and endless sky
Like the others before him,
he'd gone and done his best
Now he watches the water of that nameless river
rise above his chest
]

Oh mama mama mama come quick
I've got the shakes and I'm gonna be sick
Throw your arms around me in the cold dark night
Hey now mama don't shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light
Don't you shut out the light

inviata da DoNQuijote82 - 30/11/2013 - 13:28



Lingua: Italiano

Traduzione italiana tratta da Pink Cadillac Music con alcune piccole variazioni e integrata nelle strofe inedite


Robert De Niro & Meryl Streep - The Deer Hunter - Michael Cimino
Robert De Niro & Meryl Streep - The Deer Hunter - Michael Cimino


SPEGNI LA LUCE

La pista d'atterraggio gli correva davanti
Mentre sentiva le ruote toccare terra
Rimase in piedi sul nero asfalto
E prese un taxi per la città
Scese in Main Street
Ed entrò in un bar locale
Comprò da bere e si trovò una sedia
In un angolo al buio
Lei chiamò sua madre
Per assicurarsi che i bambini fossero fuori casa
controllò di essere a posto nello specchio della sala da pranzo
E sbottonò un altro bottone della sua camicetta
Lui la sentì sdraiarsi al suo fianco
L'orologio segnava le 4 del mattino
Lui fissava il soffitto
Senza riuscire a muovere le mani

Oh mamma mamma non andar via
Sto tremando e mi ammalerò
Gettami le braccia al collo in questa notte fredda e buia
Hey mamma non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce

Sul suo porticato misero uno striscione
Che diceva"Johnny bentornato a casa"
Bobby tirò fuori dal garage la sua Ford
E pulì le parti cromate
Sua mamma disse "Johnny oh Johnny
Sono così felice di averti qui con me"
Suo padre gli disse che era sicuro che gli avrebbero ridato il suo lavoro
Giù alla fabbrica

[Ora ogni sera
appena dopo l'ora di cena
Se ne va nella camera da letto sul retro
e si chiude dietro la porta
Resta disteso a guardare un filo del telefono
disteso attaccato una sedia
solo lui e qualche abitudine
che si è portato dietro da laggiù]

Oh mamma mamma non andar via
Sto tremando e mi ammalerò
Gettami le braccia al collo in questa notte fredda e buia
Hey mamma non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce

Nel mezzo della scura foresta,
Una foresta riempita di pioggia
Dietro una fila di pini del Maryland
C'è un fiume senza nome
Nell'acqua scura e fredda
Johnson Leneir là fuori è in piedi
E fissa le luci della città
E sogna dove è stato

[Mentre la luna grigia sparisce
dietro quel cartello ???
Sorgono le stelle, si fanno più lucenti e poi se ne vanno, se ne vanno
nel cielo nero e infinito
come gli altri prima di lui
è andato e ha fatto del suo meglio
ora guarda le acque di quel fiume senza nome
che si alzano sopra il petto]

Oh mamma mamma non andar via
Sto tremando e mi ammalerò
Gettami le braccia al collo in questa notte fredda e buia
Hey mamma non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce
Non spegnere la luce

23/9/2019 - 23:19



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org