Lingua   

Bogside Volunteers

anonimo
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Song For Ireland
(Phil Colclough)
Libera Belfast
(Canzoniere del Proletariato)
Tarantella di via Tibaldi
(Canzoniere del Proletariato)


Il Bogside, come tutti sanno (o dovrebbero sapere) è il quartiere cattolico di Derry dove infuriò la "Bloody Sunday" del 30 gennaio 1972 e che fu "riconquistato" dalle truppe inglesi nel luglio/agosto dello stesso anno con l'"Operazione Motorman": 21.000 soldati per invadere un quartiere. La canzone è di autore sconosciuto.

bgs


The above mural depicts some scenes from the 'Battle of the Bogside' which took place in August 1969. The mural depicts Bernadette McAliskey (Devlin at the time) addressing the crowds on the streets of the Bogside. She later received a prison sentence for taking part in, and inciting, a riot.

Il murale sopra descrive alcune scene della 'Battaglia del Bogside' dell'agosto 1969. Bernadette McAliskey, più nota come Bernadette Devlin, si rivolge alla folla nelle strade del Bogside. Fu in seguito imprigionata e condannata per aver incitato e preso parte alla rivolta.


Il testo originale inglese è ripreso da questa pagina tedesca.
Oh gather round me bonny boys and a story i will tell
About the 'Battle of Bogside' i'm sure you know it well
It was on the 12th of August in the summer of the year
When proudly I enlisted in the Bogside volunteers
When proudly I enlisted in the Bogside volunteers.

I was standing at the corner with McGinley and O'Toole
I hadn't had a job you know since ever I left school
For jobs are scarce in Derry town for many a long till year
So I was ripe material for the Bogside volunteers
So I was ripe material for the Bogside volunteers.

Well Paddy Murphy came to us excited I could tell
He said the police have broken through they're going to give us hell
But the boys are building barricades and Ill tell you what I hear
Theyre looking for recruits today in the Bogside volunteers
Theyre looking for recruits today in the Bogside volunteers.

When we got to the firing line, the fire was thick and fast
And there we found the volunteers determined to the last
None of them ran for shelter and none of them cringed for fear
For here was the boys who feared no noise the Bogside volunteers
For here was the boys who feared no noise the Bogside volunteers.

The police were firing tear gas shells they scattered all around
They said they had sufficient men to beat us to the ground
But we replied with petrol bombs and filled their hearts with fear
For they met their match in the Derrymen and the Bogside volunteers
For they met their match in the Derrymen and the Bogside volunteers.

We drove the police before them then like chapping for the wind
The air was thick with stones and bricks and it made an awful din
And every time the police withdrew the boys sent up a cheer
For civil rights and freedom and the Bogside Volunteers
For civil rights and freedom and the Bogside Volunteers.

Well now me story's ended and me pen I will leave down
But don't forget the 3 days fight in dear old Derry town
And when you see freedom's page about the Easter year
Just spare a thought for those other lads the Bogside volunteers
Just spare athought for those other lads the Bogside volunteers.

inviata da Riccardo Venturi - 21/8/2006 - 12:33



Lingua: Italiano

La versione italiana del Canzoniere del Proletariato sinora inserita come testo principale. Fu eseguita nel 1972 per conto di Lotta Continua. E', come detto nell'introduzione, scaricabile in formato .OGG Vorbis da Il Deposito-Canti di Lotta.


Hanns-Jörg Anders  World Press Photo 1969 - Derry - A young Catholic wears a gasmask during clashes with British troops. People had been fleeing from teargas after a night of street fighting.
Hanns-Jörg Anders World Press Photo 1969 - Derry - A young Catholic wears a gasmask during clashes with British troops. People had been fleeing from teargas after a night of street fighting.


I VOLONTARI DEL BOGSIDE

Venite tutti attorno che vi voglio raccontar
la storia di quel giorno che m'andai ad arruolar
era il dodici di Agosto e Bogside era il quartier
così fu che m'arruolai nei Bogside Volunteers,
così fu che m'arruolai nei Bogside Volunteers.

Stavo in giro sfaccendato con Mac Gilly e con O' Tool
ero ormai disoccupato da due anni e forse più
non c'è più il lavoro a Derry, tutti sanno il perchè
e così ero proprio il tipo pei Bogside Volunteers,
così ero proprio il tipo pei Bogside Volunteers.

Arriva eccitato Paddy Murphy e dice a noi:
"I soldati hanno attaccato, c'è bisogno anche di voi."
abbiam fatto barricate tutto intorno al quartier
e si sta cercando gente pei Bogside Volunteers,
si sta cercando gente pei Bogside Volunteers.

Giunto alle barricate ci trovai il finimondo
eravam tutti decisi ad andare fino in fondo
se non c'era chi scappava, tutti sanno il perchè
perchè non hanno paura i Bogside Volunteers,
perchè non hanno paura i Bogside Volunteers.

La polizia sparava bombe a gas in quantità
sperava di distruggerci ma invece eccoci qua
con le bombe di benzina noi gli abbiam fatto saper
che han trovato un osso duro nei Bogside Volunteers,
han trovato un osso duro nei Bogside Volunteers.

I soldati han visto adesso che non c'è più da scherzar
chi di loro è meno fesso ha pensato di scappar
quando son fuggiti tutti qui la gente del quartier
ha lanciato un grande "Evviva!" pei Bogside Volunteers,
ha lanciato un grande "Evviva!" pei Bogside Volunteers.

Or che la storia è finita la chitarra poserò
ma per tutta la mia vita mai mi dimenticherò
di quei tre giorni a Derry quando con grande piacer
ho lottato per noi tutti nei Bogside Volunteers,
ho lottato per noi tutti nei Bogside Volunteers.

inviata da Riccardo Venturi - 23/8/2006 - 11:23


i would like to know who wrote and sings this song!im from the bogside and wud love to hear this song! thank you

Liam Friel - 11/2/2008 - 16:14


Ciao
Mi interessa parecchio la questione nordirlandese, e quando ci son stato mi sono letteralmente innamorato della vista del Bogside dalle mura medievali di Derry.
Però...però non so, mi suona stonato mettere una canzone come "Bogside Volunteers" in un sito che si chiama ANTIWAR SONGS che proclama "Antiwar songs is a collection of pacifist and antimilitarist songs from all over the world and of any time, based on free contributions by readers and collaborators. This is why we have chosen a Database form for this website.".

Insomma...questa è una glorificazione di una battaglia, per quanto giunta dalla gente e non da soldati di ordinanza.

The police were firing tear gas shells they scattered all around
They said they had sufficient men to beat us to the ground
But we replied with petrol bombs and filled their hearts with fear

non trovate?
lancio il sasso e spero di sentire una risposta a breve.

intanto vi lascio tre immagini del Bogside che ho scattato io stesso.




Billie MacGowan - 17/6/2008 - 19:03


Carissimo McGowan,

Prima di tutto grazie per le belle foto del Bogside che hai spedito, a breve le inseriremo anche non come link, ma riportandole direttamente sul tuo commento.

Per quanto riguarda la questione che hai posto, posso dirti che ci è stata posta abbastanza spesso, riguardo a molte altre canzoni ospitate qui dentro (ad esempio, quelle sulla guerra civile spagnola del 1936-39). Ti rispondo quindi facendoti presente la natura del tutto particolare di questo sito.

"Canzoni contro la guerra", certo, con relativa presentazione; e contro la guerra, senz'altro, è la maggior parte delle canzoni presenti. Però, e sin dagli inizi, questo sito non ha e non vuole avere confini o paletti. Riteniamo che una parte decisiva nella coscienza antimilitarista e antibellica la abbiano e la debbano avere quelle canzoni che sono state cantate e conosciute da tutti "nella guerra", vale a dire durante lo svolgersi di un dato conflitto armato.

Quelle che, appunto, chiamiamo proprio "canzoni nella guerra". La sezione, o "percorso", sulla guerra civile nordirlandese ne è particolarmente ricca. Canzoni, sicuramente, ben lontane dal dire "no alla guerra"; anzi, canzoni schierate, canzoni di lotta. Sono una componente imprescindibile, a mio e nostro parere, nella visione e nella coscienza di ciò che è una guerra, e la mettono davanti agli occhi di tutti nella sua essenza, nuda e cruda.

Così, ad esempio, sono praticamente tutte le canzoni italiane nate durante la Resistenza e la guerra partigiana. Non sarebbe possibile avere una coscienza autentica contro la guerra e contro il militarismo senza queste canzoni di lotta, senza osservare con lo specchio della canzone che cosa accade nel combattimento. Non siamo e non sono per un pacifismo acritico, quanto per un antimilitarismo totale e senza compromessi che, anche attraverso le canzoni di lotta, permetta di vedere a che cosa porti il predominio delle caste militari (come ad esempio quella inglese responsabile di buona parte del conflitto nell'Irlanda del Nord, a partire dalla Bloody Sunday del 30 gennaio 1972).

Spero con questa risposta di averti chiarito a sufficienza la cosa, ma naturalmente resto a tua disposizione per altri eventuali chiarimenti.

Grazie ancora, [RV]

Riccardo Venturi - 18/6/2008 - 11:20


Beh, non hai tutti i torti. Anche se forse la cosa dovrebbe essere esplicitata meglio anche nel vostro manifesto: tante volte (e lo dico perchè è stato anche un mio errore) invece di sostenere la pace in Irlanda del Nord si finisce per fare del settarismo repubblicano, addirittura arrivando agli estremi di glorificazione dei terroristi dell'IRA, e quello è un rischio, da un certo punto di vista.

Buon lavoro!

Billie MacGowan - 19/7/2008 - 12:29



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org