Lingua   

L'Altro Soldato

Figli di Madre Ignota
Lingua: Italiano



Ah che caldo che faceva
sulla spiaggia si moriva
sbarcavamo democrazia
fanteria e cosi sia
guarda guarda come mi butto
dentro l'acqua io mi tuffo
dentro questo mare sporco
vado giu' finche' non tocco

Mi spremevo le meninigi
cosa avrei dovuto fare
per poterti conquistare
per restare e non crepare
parlo russo e ballo bene il cha cha cha
e kuando piove guardo fuori e penso quello che sara'
e kuando piove guardo fuori e vado anche al cinema
faccio il panettiere mica il militare

Ti chiedo con il cuore con il cuore di non far pem pem
resisto come il cuoio ma muoio

Sono qui come un coglione
a far la guardia a quelle dune
qui si dovrebbe solo stare per venirci a far l'amore
guarda guarda come mi butto
dentro l'acqua io mi tuffo
ad un certo punto sento
e' il nemico che grida okinaua

Ti chiedo con il cuore con il cuore di non far pem pem
resisto come il cuoio ma muoio

Ah guarda li' che bel nemico
c'ha la faccia u po' da pirla e se lo guardo bene bene
c'e'da dir che mi assomiglia
lo lascio li a vaneggiare sui pirati di okinawa
denro questo mare sporco vado giu' finche' non tocco

Ti chiedo con il cuore con il cuore di non far pem pem
resisto come il cuoio ma muoio


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org