Lingua   

Tempi Moderni

Daniele Sepe

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Gente do Sud
(Terroni Uniti)
San Basilio rivolta di classe
(Comitato proletario Fabrizio Ceruso di Tivoli e Comitati autonomi operai di Roma)
Homestead
(Joe Grushecky)


[2013]
Album : In vino veritas
Voce: Shaone

InVinoVeritas
Nell'estate del 2012 mi telefona Oreste Scalzone, è a Napoli su richiesta di Mimmo Mignano, uno degli operai Fiat dei Cobas sbattuto fuori della fabbrica per motivi politici. Vogliono organizzare un presidio fuori i cancelli del Gianbattista Vico, il nome tanto progressista per la fabbrica più reazionaria d'Europa, e mi chiedeva se potevo portare il mio sassofono per aiutare un volantinaggio.
Ci vado e trovo un quartetto di musicisti della Costa d'Avorio che suonano anche loro fuori dei cancelli.
La musica aiuta a fare avvicinare operai terrorizzati dalle guardie, se prendono il volantino poi nel reparto gli faranno questioni…
Gli propongo di ripetere la cosa a breve con qualche amico musicista più conosciuto di me,e così nell'ottobre ci presentiamo fuori la fabbrica io, James Senese, Enzo Gragnaniello, Tony Cercola, Piero Gallo e gli immarcescibili Zezi, con Matteo e Miciariello, per rifare lo speakeraggio e il volantinaggio.
Con quello stabilimento il mio rapporto è antico, risale a quando si chiamava ancora Alfasud, quando nel 1974 militavo nel gruppo Operaio di Pomigliano d'Arco, quattordici anni.
Con Mimmo e gli altri operai si parla di quali sono le condizioni di lavoro all'interno, di come oggi si produce con mille addetti lo stesso numero di auto di quando erano più di tremila.
Mi aveva colpito la decisione di Marchionne di spostare la mensa da metà turno a fine turno.
Io avevo immaginato che era solo uno squallido calcolo per risparmiare sul numero di pasti, chi vuoi che dopo otto ore di turno si fermi a mangiare in fabbrica e non preferisca tornare a casa in famiglia?

Ma Mimmo mi spiega che la ragione non è solo questa. La mensa era il posto dove gli operai, politicizzati o no, si confrontavano naturalmente sui loro problemi, sulle loro difficoltà, dove si volantinava, e sopratutto dove nascevano i cortei spontanei che spaventavano la direzione.
Così, dopo qualche tempo, chiedo a Shaone di scrivere un testo.
La musica non poteva essere che quella della scena di tempi Moderni di Chaplin ambientata nella mensa, dove dei "simpatici" scienziati nostrano al padrone una prodigiosa macchina che alimenta l'operaio senza spostarlo dalla linea di montaggio….
g 750733 0001

‘ntenghe tempo, a ttiempo a ttiempo,
arrivo a ttiempo a ttiempo,
ccà aspetto ‘a staffetta, nu’ m’assetto,
monto machinette, votano ‘e lancette,
fanno tic tac, tac tic e ‘nchiocca ‘ntaccano ‘e ticchi,
vitte vitte, fa’ ambresse, ‘o turno ottimizza,
‘na mano sposta, aiza, posa, l’ata avvita e piezzi,
a vvote avvite ‘e rrote, ati vvote ‘stà vita t’arrevota e turni so’ diciotto,
compreso ‘o turno ‘e notte,
‘na vota ce ‘ncuntraveme ‘a menza pe’ l’ora ‘e pranzo,
mo che s’è spustata pe’ ccena chi po’ s’’a scanza,
tuorne ‘a casa accussì magne cu’ mugliera e figlie,
e manco ‘o tempo ‘e te cuccà che sona ‘n’ata sveglia e
tic tac, tac tic, pronto p’ati ticchi,
‘nte cunfrunte cu’ e cumpagne e cu’ ‘stà capa azzicche,
a ttiempo a ttiempo, arrive a ttiempo a ttiempo, smanetta,
pronto p’’a staffetta e munte machine a manetta…

Nuje nu’ magnamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce ‘ncuntramme (cchiù),
nuje nu’ parllamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce arrepusamme (cchiù),
Nuje nu’ magnamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce ‘ncuntramme (cchiù),
nuje nu’ parllamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce organizzamme (cchiù),
Nuje nu’ magnamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce ‘ncuntramme (cchiù),
nuje nu’ parllamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce arrepusamme (cchiù),
Nuje nu’ magnamme (cchiù),
nuje nu’ ‘nce organizzamme (cchiù)…

‘Ntengo tempo pe’ penzà, ‘nte vonne fa’ penzà,
cumpà ‘nte pozzo cchiù parlà, nemmanco ‘uardà,
‘o fatto e che ccà l’operaio ‘o vonno bbuono ‘e mano ma ‘ngnurante
e cu’ ‘stà fatica se fa’ ‘o culo tanto,
arraggie, arrangio, sarragge nu straccio, ‘a catena e muntaggio
stuta pure ‘o coraggio,
botte ‘nfronte, scordate ‘o confronto,
munte ma nu’ smunte chelle che pe’ lloro conta,
piglia ‘o compagno, sparti ‘o compagno,
‘nzieme nu’ magnano ‘e ccose nu’ cagnano,
fore da menza nu’ ‘nze parla ‘e curteo,
vonn’ ‘e ccape acalate, vonn’ e bbabbei,
a ttiempo a ttiempo, arriva a ttiempo a ttiempo ‘o scambista,
‘na mano a’ marenna, l’ata mano è machinista, basta,
comme p’’a vacca ‘int’’a pacca tonna,
ce vò ‘o marchio ‘e fabbrica, marchia a Marchionne…
Cari operai,
benvenuti a mensa,
il cuoco prima di darvi la buona notte, consiglia:
Un cetriolo come ortaggio a chi lavora al montaggio,
un po’ di verdura a chi è alla verniciatura,
patate, non tante a chi monta il volante,
carote al vapore a chi monta il motore,
la crusca e il biscotto a chi assembla il cruscotto,
a chi stampa la plancia uno spicchio d’arancia,
non troppo melone a chi avvita il bullone,
e il piatto forte è a chi monta le porte,
buonanotte…

A ttiempo a ttiempo, faccio a ttiempo a ttiempo,
ce tento, ‘a pausa ‘e quaranta minuti l’hanno mise a trenta,
manco ‘o tempo ‘e nu cunfronto, ‘e se rendere conto
ch’è ‘na sturiella antica, fanno ‘nciarme e ‘ntriche,
amico mica te vuò fa’ ‘n’amico?
Amico mica te vuò fa’ ‘na gita?
Sabbato se fatica!
E fatica và, ‘sta fatica a te, te fa fa’ nu fecato tanto, si,
ma ‘o presidente?
Magnia e magnarrà,
fotte e fottarrà,
campa e camparrà,
canta ‘o cantero, tanto,
sona sempe ‘a stessa canzone,
te faje piezzo piezzo pe’ ‘na produzione,
e pistone so’ ll’ossa, ‘a capa ‘o mutore,
‘o sanghe carburante, ‘o core carburatore,
passano ll’ore e ll’oro t’hanno sfruttato,
è ‘na mazzata ‘a linea meccanizzata…

Cari operai,
per alleviare le vostre fatiche produttive,
da una delle più famose start up tecnologiche di Boston,
vi presentiamo Baxter,
l’ultima creazione nel campo della robotica,
“ Salve simpatici operai, mi chiamo Baxter!”.
Baxter è dotato di uno schermo con un viso dal quale gli altri operai
possono capire se il robot stia lavorando correttamente o meno,
egli assume un’espressione crucciata quando sbaglia,
e una serena quando completa correttamente un’attività.
Ha una laccatura rosso vivo e i comandi d’emergenza sul braccio sinistro.
Il vostro compagno Baxter si farà carico di ogni vostra preoccupazione,
dandovi tempo libero da dedicare alle vostre famiglie…

marchio ‘e machina, marchio ‘e Marchionne,
marchio e’ fabbrica, marchio ‘e Marchionne,
marchia ‘a pacca, marchia a Marchionne,
marchia ‘a vacca, marchia a Marchionne, ecc… “Salve grandissimi pecoroni”

inviata da adriana - 8/5/2013 - 18:32



Lingua: Italiano

Versione italiana delle parti in napoletano
TEMPI MODERNI

Non ho tempo, appena in tempo,
arrivo a tempo a tempo,
qua aspetto la staffetta, non mi siedo,
monto automobiline, girano le lancette,
fanno tic tac, tac tic e nella testa si insinuano i tic,
bitte bitte, fei presto, il turno ottimizza,
una mano sposta, alza, posa, l'altra avvita i pezzi,
a volte avviti le ruote, altre volte questa vita ti rivolta e i turno sono diciotto,
compreso il turno di notte,
una volta ci incontravamo in mensa per l'ora di pranzo,
mo che l'hanno spostata a fine turno chi può se la scansa,
torni a casa così mangi con moglie e figli,
e manco il tempo di coricarsi che suona un altra sveglia e
tic tac, tac tic, pronto per altri tic,
non ti confronti coi compagni e con la testa non ci stai più,
a tempo a tempo, arrivo a tempo a tempo, smanetta,
pronto per la staffetta e monti macchine a manetta…

Noi non mangiamo più,
noi non ci incontriamo più,
noi non parliamo più,
noi non ci riposiamo più,
noi non mangiamo più,
noi non ci organizziamo più…

Non ho tempo per pensare, non ti vogliono far pensare,
Compare non ti posso parlare, non riesco manco a guardarti,
il fatto è che qui lo vogliono buono con le mani, ma ignorante,
e con questa fatica ti fanno un culo così,
rabbia, ti arrangi, sarò uno straccio, e la catena di montaggio
spegne ogni coraggio,
botte in fronte, scordati il confronto,
monti, ma non smonti quello che è il loro interesse,
acchiappa il compagno, dividi i compagni quando si bisticciano,
insieme non mangiano e le cose non cambiano,
fuori della mensa non si parla di corteo,
ci vogliono con la testa abbassata, ci vogliono babbei,
a tempo a tempo, arriva a tempo a tempo lo scambista,
in una mano la colazione, con l'altra mano lavora, basta,
come per il bue nel culo tondo
ci vuole il marchio di fabbrica, marchia Marchionne.

Cari operai,
benvenuti a mensa,
il cuoco prima di darvi la buona notte, consiglia:
Un cetriolo come ortaggio a chi lavora al montaggio,
un po’ di verdura a chi è alla verniciatura,
patate, non tante a chi monta il volante,
carote al vapore a chi monta il motore,
la crusca e il biscotto a chi assembla il cruscotto,
a chi stampa la plancia uno spicchio d’arancia,
non troppo melone a chi avvita il bullone,
e il piatto forte è a chi monta le porte,
buonanotte…

A tempo a tempo, faccio a tempo a tempo,
ci tento, la pausa di quaranta minuti l'hanno ridotta a trenta,
nemmeno il tempo di un confronto, di rendersi conto,
che è una storiella antica, fanno imbrogli e intrighi,
amico te lo vuoi fare un amico?
Amico mica ti vuoi fare una gita?
Il sabato si lavora!
E la fatica va, questo lavoro a te ti fa fare un fegato tanto, si,
ma il presidente?
Mangia e mangerà,
Fotte e fotterà,
Vive bene e vivrà bene,
canta il cesso, tanto,
per noi suona sempre la stessa canzone,
ti fai a pezzettini per la produzione,
i pistoni sono le ossa, la testa il motore,
il sangue carburante, il cuore carburatore,
passano le ore e loro ti hanno sfruttato,
è una mazzata la linea meccanizzata…

Cari operai,
per alleviare le vostre fatiche produttive,
da una delle più famose start up tecnologiche di Boston,
vi presentiamo Baxter,
l’ultima creazione nel campo della robotica,
“ Salve simpatici operai, mi chiamo Baxter!”.
Baxter è dotato di uno schermo con un viso dal quale gli altri operai
possono capire se il robot stia lavorando correttamente o meno,
egli assume un’espressione crucciata quando sbaglia,
e una serena quando completa correttamente un’attività.
Ha una laccatura rosso vivo e i comandi d’emergenza sul braccio sinistro.
Il vostro compagno Baxter si farà carico di ogni vostra preoccupazione,
dandovi tempo libero da dedicare alle vostre famiglie…

Marchio di auto, marchio di Marchionne,
marchio di fabbrica, marchio di Marchionne,
marchia il culo, marchio di Marchionne,
marchia la vacca, marchio di Marchionne….

“Salve grandissimi pecoroni”

10/5/2013 - 12:25



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org