Lingua   

Rosario, dinamitera

Miguel Hernández
Lingua: Spagnolo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Canto per noi
(Margot)
Gernika (Lekeitio 4)
(Mikel Laboa)
Historia conocida
(José Agustín Goytisolo)


[1937]

Poema de Miguel Hernández musicado por Vicente Monera.


hum0712


Rosario Sánchez Mora si arruolò volontaria nelle fila del Quinto Regimiento lo stesso giorno in cui il generale Franco dava il via al fratricida colpo di stato contro la Segunda República Española.
Aveva solo 17 anni quando affrontò il battesimo di fuoco in prima linea nella difesa di Madrid, appena due mesi dopo perderà la mano destra in battaglia. Esperta nel manipolare esplosivi e confezionare micidiali ordigni rudimentali, in seguito le hanno attribuito addirittura la paternità della bomba aframmentazione, è stata l'unica donna cui fu concesso l'onore di appartenere all'Agrupación Dinamiteros, formidabile nucleo di sabotatori d'assalto costituito esclusivamente da uomini, in gran parte minatori asturiani. Al termine del conflitto fu catturata e condannata a morte insieme al padre, Andrés Sánchez, ma dopo la fucilazione di quest'ultimo la pena venne commutata in trent'anni di carcere da scontare presso il penitenziario di Villarejo. Per tragica ironia della sorte uscì di galera lo stesso giorno in cui il poeta Miguel Hernández, che l'aveva resa celebre con i suoi versi, moriva nella prigione di Alicante. La miliciana Dinamitera se ne andrà a propria volta, dignitosa e fiera come aveva sempre vissuto, il 17 Aprile 2008, vent'anni dopo la scomparsa della Pasionaria, Dolores Ibárruri Gómez, la più famosa delle leggendarie rosas rojas della Spagna democratica antifascista.
Da questa pagina
Rosario, dinamitera,
sobre tu mano bonita
celaba la dinamita
sus atributos de fiera.
Nadie al mirarla creyera
que había en su corazón
una desesperación,
de cristales, de metralla
ansiosa de una batalla,
sedienta de una explosión.

Era tu mano derecha,
capaz de fundir leones,
la flor de las municiones
y el anhelo de la mecha.
Rosario, buena cosecha,
alta como un campanario
sembrabas al adversario
de dinamita furiosa
y era tu mano una rosa
enfurecida, Rosario.

Buitrago ha sido testigo
de la condición de rayo
de las hazañas que callo
y de la mano que digo.
¡Bien conoció el enemigo
la mano de esta doncella,
que hoy no es mano porque de ella,
que ni un solo dedo agita,
se prendó la dinamita
y la convirtió en estrella!

Rosario, dinamitera,
puedes ser varón y eres
la nata de las mujeres,
la espuma de la trinchera.
Digna como una bandera
de triunfos y resplandores,
dinamiteros pastores,
vedla agitando su aliento
y dad las bombas al viento
del alma de los traidores.

inviata da adriana - 1/5/2013 - 15:48



Lingua: Italiano

Versione italiana di Valentino Stacciarini
ROSARIO DINAMITERA

Rosario dinamitera
nella tua bella mano
nascondeva la dinamite
i suoi artigli di belva

Nessuno pensò di vedere
cosa celavi nel cuore
una disperazione
di cristalli e schegge
ansiosa di una battaglia
assetata di un'esplosione

Era la tua mano destra
capace di fondere leoni
il fiore dei proiettili
l'anelito della miccia

Buon raccolto Rosario
alto come un campanile
seminasti l'avversario
di furibonda dinamite
e recavi una rosa in mano
Rosario inferocita

Buitrago è stato testimone
della tempra del fulmine
delle gesta che narro
della mano che dico

Bene conobbe il nemico
la mano di questa fanciulla
che oggi non è più sua mano
che neppure un sol dito ne resta
se la prese la dinamite
e la cangiò in una stella

Rosario dinamitera
possan essere maschi
e lo sono
la crema delle donne
la spuma della trincea

Degna come una bandiera
di trionfi e splendori
dinamitardi pastori
eccovi agitare il suo respiro
e gettare bombe al vento
dell'anima dei traditori

inviata da Valentino Stacciarini - 21/5/2013 - 10:31



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org