Lingua   

Il cielo degli orsi

Paolo Fiorucci
Lingua: Italiano



feat. Max Manfredi

Il Cielo degli Orsi, sul sito dell'Associazione per la conservazione dell'orso bruno marsicano.

M13
M13
Poco inverno mi sveglia da qui,
mi si scioglie il letargo e la neve
sul confine che segna il confine
del non si deve.

Come fingersi uomo da qui?
Farò l'orso fra colpa e perdono,
fra gli abeti che non mi nascondono
corre quel suono.

Sparami dove fa presto,
spara più piano che puoi,
sparami, è quasi più giusto
di farmi scemo per voi.
Sparami, amico sbagliato,
spara al tuo primo peluche,
sparami, amico inventato,
provo a non crederti più.

Cado e imparo a impararti da qui,
dalla neve che adesso fa un male
che non sento più quella mia fame
troppo normale.

Guardo il cielo degli orsi da qui,
c'è una stella che brucia a chiamare
il mio nome che sembra un pianeta
dove tornare.

Sparami dove fa presto,
spara più piano che puoi,
sparami, è quasi più giusto
di farmi scemo per voi.
Sparami, amico sbagliato,
spara al tuo primo peluche,
sparami, amico inventato,
ora non ti credo più

inviata da adriana - 26/4/2013 - 14:07



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org