Lingua   

La complainte des Élus

Salvatore Adamo
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Salvatore Adamo: Prague...ou Ailleurs à l'ombre des drapeaux
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Salvatore Adamo: Pauvre Liberté
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Marlene
(Salvatore Adamo)


[1966]
Parole e musica di Salvatore Adamo
Da un EP intitolato “Adamo”

Adamo
Arrête-toi, l´ami
Fais attention.
L´eau est très froide!
Si tu n´es pas verni,
La solution,
C´est pas la noyade!

Car si tu réfléchis,
Tu comprendras
Que si tu t´enrhumes,
Ici, au paradis,
On héritera
De ton rhume posthume.

Surtout que, depuis un certain temps,
On n´est plus heureux comme avant
Car on n´a plus cette santé de fer
Pour résister à Lucifer
Car depuis la bombe atomique,
Dans le ciel, y a plus que des champignons.
On bouffe plus que ça, c´est fatidique.
On regrette le bon temps des rognons.

Saint Pierre collectionne les tics.
Le pauvre, il marche en sursautant.
Dès qu´il entend le moindre déclic,
Il se met à grincer des dents.

On ne vit plus que dans l´amertume,
Mais petit à petit, on s´habitue.
Mais si toi, tu nous refiles ton rhume
Et que tous ensemble on éternue,
Ca fera un orage du tonnerre.
Ca fera la pluie, des enrhumés.
Beaucoup voudront quitter la Terre.
On pourra pas les refuser.

Et tous les saints seront enrhumés,
Ils voudront se chauffer en enfer,
Ils vont ressortir enfumés,
Ils vont ressembler à Lucifer.

Allons, mon gars, ne te noie pas.
Tu vas foutre le monde à l´envers.
Mais si tu tiens au trépas,
Achète-toi... un revolver!

inviata da Bernart - 22/4/2013 - 15:10



Lingua: Italiano

Traduzione italiana dal Forum officiel de Salvatore Adamo
IL LAMENTO DEGLI DEI

Ascolta amico,
fai molta attenzione
(L’acqua è gelata)
E’ troppo rischiosa
la tua decisione
(troppo affrettata).

Rifletti un poco amico mio
Sai, la salute del buon Dio
Non è più quella di una volta
Perché la gente non lo ascolta.

Non c’è più il tempo per pensare
Troppi problemi sulla terra
C’è chi non ha niente da mangiare
E c’è chi gioca a far la guerra.

San Pietro è afflitto e si dispera
Ogni giorno una rivoluzione
Ormai dalla mattina fino alla sera
Si sentono colpi di cannone.

Viviamo per bontà divina
Ma sotto il peso del terrore
Ma pensa un poco che rovina
se tu ci passi il raffreddore.

Se tutti insieme starnutiamo
Sarà un vero temporale
E sulla terra trasmettiamo
Questo virus infernale.

In Paradiso sai verranno in tanti
E si vorranno riscaldare
Bambini vecchi e mendicanti
Già mi commuovo ai loro pianti.

Allora, amico, non annegare
Si vive una volta sola
Ma se proprio tu lo devi fare
Vai a comprarti… una pistola.

inviata da Bernart - 22/4/2013 - 15:11


Ecco, ho tradotto la strofa più significativamente mancante:

[In particolare, da un po’ di tempo in qua,
Non si è più felici come prima
Non abbiamo più la salute di ferro
Per resistere a Lucifero
Perchè dopo la bomba atomica,
In cielo non è rimasto altro che funghi
Non mangiamo altro che questo, è inevitabile.
Col rimpianto dei bei tempi dei rognoni.]

Però mi accorgo che l'intera traduzione italiana non è fedele, trattandosi forse della versione italiana dello stesso Salvatore Adamo...

Bernart - 22/4/2013 - 15:29



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org