Lingua   

ReggaePîCumpàgni

GenteStranaPosse
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Sognando Palestina
(GenteStranaPosse)
Gente ra gente
(GenteStranaPosse)
Made in Italy
(GenteStranaPosse)


[2006]
Album: La Storia Si Ripete

La-Storia-Si-Ripete-cover
Ardi lu focu nna 'sta beđđa Sicilia,
dintra lu me cori 'sta vampa forte abbrucia,
vampa ca crisci e ca nun s'astùta mai,
che mischia corpo e musica soltanto se lo vuoi..
Soltanto se lo vuoi capisci la mia rabbia
si riversa su un sistema che ci vuole chiusi in gabbia
con sbarre invisibili che stanno dappertutto,
la libertà è apparente ed è per questo che io lotto,
La domenica allo stadio, il Grande Fratello nei televisori
mentre la gente impazzisce chiedendo il reddito minimo ai lavoratori
e i contributi delle pensioni: quando mai arriverannu?
Ciuri ciuri 'i tuttu l'annu
ma 'stu governo cummìna dannu,

'a Sicilia sta chiancennu
iđđi mancianu e si nni fúttunu
cumànnano cu la mafia e 'sta povera terra sfruttano
ma nella vita mia
la lotta è melodia
picchì 'stu reggae è fuoco che brucia,
picchì 'stu reggae è acqua c'arrùcia,
'stu reggae nni face pinsari,
'stu reggae nni face abballàri
'stu ritmu comu 'na fìmmina sa essere dolce e passionale
Ballari e pinsari sapènnu -ca lu messaggiu arriva direttu
compagni ccà dintra 'a dancehall pensanu 'ò munuu e lu fanno perfettu,
per quelle donne ccà supra a 'na strata s'hannu 'a bìnniri pi campari,
pi tutti di patri 'i famigghia ca sanza travàgghju spacciano pi manciari,
pi tutti di picciriđđi cu mille problemi che a scuola non possono andare,
pi chiđđi come a nuàutri ccà rintra a 'stu munnu nun ci ponnu stari
E pi tutti li preti che in nome di Dio vogliono avere invece di dare,
per la gente che si accontenta che vede i problemi ma resta a guardare
per tutti quei ladri chiamati politici -che hanno pensato solo a rubare,
pî boni pî tinti 'a GenteStrana sta a consigliari...

Libera il tuo spirito da ogni repressione,
non ce la farai se pensi a quello che non hai,
fatti trasportare da una sana vibrazione
dico vivi questa musica e non ti fermare mai...

E parràmu rî cumpagni, i compagni, cumpagni 'i mienzu 'a strata
riunioni, cortei e lotte e passa 'n'autra jurnàta,
combattere il sistema e affrontarlo con coraggio,
la nostra lotta è il sole e ogni compagno è un singolo raggio
e intanto la mia mente vaga e viaggia lontano
la mente quando scrivo è più veloce della mano
passando da Falluja a sopra i monti del Nepal
il mio pensiero arriva 'o frate Mumia Abu-Jamal..

E l'Afghanistain, il Kurdistan, la Palestina
'u sangu spartutu nno munnu passa rintra i nostri vina
senti la voce di chi combatte quell'indifferenza,
un fiore malvagio che sboccia in una profonda disuguaglianza,
siamo diversi per condizione, siamo diversi ed è un dato di fatto
tu te ne fotti perchè ti conviene, tu te ne fotti e io combatto,
sotto il sole che ci cuoce, sotto l'acqua che ci bagna,
ogni fottuto dolore non vale quanto il sorriso di una compagna..

'u proletario ca pensa ca 'u munnu fa schifo e che niente è rimasto da dire
e dintra i negozi ci ha' lassari l'occhi picchì mancu nenti si pò cchiù accattàri
aumentano la vita, aumenta e restano bassi sulu li salari
cu è riccu arricchisci cu è povero invece non sape cchiù comu cazz'hav'a campari..

Chiedo unità contro la globalizzazione,
compagni tutti uniti questa è l'unica soluzione,
fra sacrifici, 'a bili e sogni è 'a vita rî compagni,
'stu reggae è pî nuàutri, 'stu reggae è pî cumpagni....

inviata da giorgio - 5/4/2013 - 08:25



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org