Lingua   

Le memorie

Luca Freddi
Lingua: Italiano



La musica, i testi, l'esecuzione, gli arrangiamenti, il video e tutto il resto sono fatti da me. Ho registrato questa canzone circa dieci anni fa, nel 2001. E' stato per me sempre un tema molto caro e su cui ho letto molti libri. Non credo di poter aggiungere ora qualcosa di piu' di quello che gia' e' stato detto. Credo che sia un dovere per ognuno di noi sapere e far sapere, cosi' da dare un senso alla morte. Quello che e' successo gettera' sempre un'ombra scura sull'umanita', una vergogna a pesare sull'anima del mondo senza possibilita' di assoluzione...MAI... Preservare la memoria per dare una coscenza al futuro.
Noi che all'inferno giungemmo anzitempo
siamo memorie sepolte
a rinnovar al passante la storia funesta
per cui la sorte ci scelse
sotto il sole o la pioggia d'inverno
di noi nessun occhio si accorge
nè saprebbe darsi ragione
portandosi indietro verso il passato
ogni pietra sul marmo è una carezza dolce
un gesto amico
voglio aiutarti ad accendere al buio dell'odio
una luce almeno
Siamo nell'amaro destino
testimoni impotenti
che al silenzio forzati giunsero in massa
volando su in cielo

ascoltate la voce di chi
morì per nulla per il credo di gente ignorante
lasciate un istante la vostra culla dorata
per donarci un pensiero sincero
che dia un senso al nostro vano morire

ascoltate la voce di chi
morì per nulla per il credo di gente ignorante
lasciate un istante la vostra culla dorata
per donarci un pensiero sincero
che dia un senso al nostro vano vano morire

noi le memorie siamo qui sgomente siamo qui
con gli occhi chiusi da una stanchezza infinita

inviata da DonQuijote82 - 18/3/2013 - 16:17



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org