Lingua   

Il campo di nessuno

Casa del Vento
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Ghost Dance
(Patti Smith)
Almirè e le nuvole
(Casa del Vento)
Il giorno delle foglie rosse
(Casa del Vento)


Su questa terra spaccata dal rombo degli areoplani
su questa terra tagliata dal braccio dei macellai
sfruttata nelle miniere, polvere da mangiare
raschiata a fondo per incrementare il piatto di qualche padrone

Ed i governi biechi tennero bassa l'istruzione
regole, il Sud da controllare, sante alleanze e religione
differenziare discrimnare per chi si sente superiore
per chi commette l'intolleranza e l'odio razziale

Nella muffa della cantina topi in pasto a serpenti
tra le braccia delle madri dagli occhi lucenti
ecco le bombe non meritiamo l'odore acro delle esplosioni
insieme agli uomin cadon le idee e le aspetattive le opinioni

Vorrei capire il motivo l'essenza di santa ragione
il gioco di potere di una grande nazione
il senso di questo delirio e di millenni cosparsi di sangue
sobillatori di fanatismo, retorica e odio costante

Perduti i tuoi figli nell'odio e nell'esaltazione
nel mito del nazionalismo della religione
chi correrà chi giocherà sopra un campo di nessuno che nessuno odierà
chi crescerà chi lavorerà sopra un campo di nessuno che nessuno odierà

Crescere male in una terra dove si insegna a glorificare
la differnza è marchio, onta da lavare
istigati alla vendetta da un'atroce violenza
senza capire l'occasione della convivenza

quale l'intento del gioco, politica di conquista
propagandate l'aiuto dell'idea liberista
stanchi dei discorsi dei figli passati in arme
rancore lavato e disperso nel mare di sangue

La storia non lascia che nebbia non crescono fiori sull'aride sponde
un letto di un fiume in secca è un urlo che ci confonde
finiamo la violenza là dove anche i pesci se ne sono andati
non resta che l'ultimo soffio "pace tra i popoli e tra gli sfruttati"

Perduti i tuoi figli nell'odio e nell'esaltazione
nel mito del nazionalismo della religione
chi correrà chi giocherà sopra un campo di nessuno che nessuno odierà
chi crescerà chi lavorerà sopra un campo di nessuno che nessuno odierà
sopra un campo di nessuno, senza fiori tagliati
senza i passi migranti dei diseredati
sopra un campo di nessuno, senza alberi morti
sopra un campo di nessuno

inviata da DoNQuijote82 - 4/3/2013 - 14:53



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org