Lingua   

Post-scriptum

Adriano Correia de Oliveira
Lingua: Portoghese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Regresso
(Adriano Correia de Oliveira)
Liberté
(Francesca Solleville)
Eu vim de longe
(José Mário Branco)


‎[1965]‎
Versi tratti da una poesia di Manuel Alegre, dalla ‎raccolta “Praça da canção”.‎
Musica di Adriano Correia de Oliveira
Il brano che degnamente chiude il disco di Adriano Correia de Oliveira “O canto e as armas” ‎pubblicato nel 1969.‎

O canto e as armas

Versi che ricordano molto quelli di Liberté di Paul Éluard…‎

Quella che segue è la versione di Adriano Correia de Oliveira, non perfettamente coincidente con il testo originale di Manuel Alegre
Sobre esta página escrevo o teu nome ‎
que no peito trago escrito ‎
Laranja verde limão ‎
Amargo e doce o teu nome ‎

Sobre esta página escrevo o teu nome ‎
de muitos nomes feito ‎
Água e fogo lenha vento ‎
Primavera pátria exílio. ‎

Teu nome onde exilado habito e canto ‎
Mais do que nome navio ‎
Onde já fui marinheiro ‎
Naufragado no teu nome.‎

Sobre esta página escrevo o teu nome ‎
que no peito trago escrito ‎
Laranja verde limão ‎
Amargo e doce o teu nome.‎

Esta chama ateada no meu peito ‎
Por quem morro por quem vivo ‎
Este nome rosa e cardo ‎
Por quem livre sou cativo. ‎

Sobre esta página escrevo o teu nome: ‎
Liberdade

inviata da Dead End - 13/12/2012 - 15:55



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
14 dicembre 2012
POST-SCRIPTUM

Su questa pagina scrivo il tuo nome
che nel petto porto scritto
arancia verde, limone
agrodolce è il tuo nome

Su questa pagina scrivo il tuo nome
fatto di tanti nomi
acqua e fuoco, legno, vento,
primavera, patria, esilio

Il tuo nome ove, esiliato, vivo e canto
più che un nome, una nave
dove già son stato marinaio
naufragato in tuo nome.

Su questa pagina scrivo il tuo nome
che nel petto porto scritto
arancia verde, limone
‎agrodolce è il tuo nome.

Questa fiamma accesa nel mio petto
per cui muoio, per cui vivo
questo nome, rosa e cardo,
per cui da libero son prigioniero.

Su questa pagina scrivo il tuo nome:
Libertà.

14/12/2012 - 11:15


Il testo originale della poesia di Manuel Alegre:

Manuel Alegre.


POST-SCRIPTUM (LIBERDADE)

Sobre esta página escrevo
teu nome que no peito trago escrito
laranja verde limão
amargo e doce o teu nome.

Sobre esta página escrevo
o teu nome de muitos nomes feito água e fogo ‎lenha vento
primavera pátria exílio.

Teu nome onde exilado habito e canto mais do ‎que nome: navio
onde já fui marinheiro
naufragado no teu nome.

Sobre esta página escrevo o teu nome: ‎tempestade.
E mais do que nome: sangue. Amor e morte. ‎Navio.

Esta chama ateada no meu peito
por quem morro por quem vivo este nome rosa e ‎cardo
por quem livre sou cativo.

Sobre esta página escrevo
o teu nome: liberdade.‎

POST-SCRIPTUM (LIBERTA')

Su questa pagina scrivo
il tuo nome che in petto porto scritto
arancia verde limone
agrodolce è il tuo nome.

Su questa pagina scrivo
il tuo nome fatto di tanti nomi, acqua e fuoco, legno, vento,
primavera, patria, esilio.

‎Il tuo nome ove esiliato vivo e canto, più che un nome una nave
dove già son stato marinaio
naufragato in tuo nome.

Su questa pagina scrivo il tuo nome: tempesta.
Più che un nome, sangue. Amore e morte. Nave.

Questa fiamma accesami in petto
per cui muoio, per cui vivo, questo nome, rosa e cardo
per cui da libero son prigioniero.

Su questa pagina scrivo
il tuo nome: libertà.

Dead End - 13/12/2012 - 15:56


Almeno nel suo impianto, la poesia di Alegre e la conseguente canzone di Correia de Oliveira mi sembrerebbero reminiscenti in modo ben preciso della famosa Liberté di Paul Éluard...

Riccardo Venturi - 14/12/2012 - 11:28



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org