Lingua   

Notte

Pietro Valpreda
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Dalle capre
(Claudio Lolli)
Brescia
(Canzoniere della Magliana)
Il vento della memoria
(Sambene)


Verde, giallo, verde,
sono tre bicchieri,
un triangolo di ferro
di fronte a sentinella.
Marroni, bottoni, marrone,
un cappotto sulla branda;
un rimpianto, un lamento,
è colui che piange.
Cenere, tabacco, cenere,
fra due dita tremanti;
un asmatico ansare
un altro numero.
Puzzo, chiusi, puzzo,
è la realtà;
un gemito nella notte,
il terzo dorme.
Asciugamani, corde, asciugamani,
biancheria stesa;
ansiti disperati,
sono tre,
sono tre.
Scrive, penna, scrive,
riempie il bianco disperato.
Ora i respiri,
sono cessati.

inviata da adriana - 12/12/2012 - 17:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org