Lingua   

Lungotevere

Matteo Iammarrone
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

La canzone di Valerio
(Matteo Iammarrone)


Nuova canzone del cantautore "Matteo Iammarrone" ispirata agli scontri del 14 Novembre a Roma.

lacrimogeni-ministero
Vedi, amore mio, quel casco
resisteremo oltre il Tevere e i suoi occhi

E tu che a picchiar c’hai preso gusto
ti sputeremo levandoti quel casco

Ma se sputare è da violenti
figuriamoci lanciare lacrimogeni
figuriamoci spararli anche dall’alto
figuriamoci lanciarli dai palazzi

Che pena, amore mio quel ragazzo
aiutiamolo ha la schiena a pezzi,
ma prima mandiamo via quel mostro
che continua a pestarlo come un pazzo

Ma se i mostri sono tanti
Sì padri, ma dalla parte del potere
Sì, padri ma servi per scelta
Sì, deboli ma dalla parte dei più forti

Vedi, amore mio, stiamo attenti
non andiamo troppo avanti
Lo sapevo, lo temevo, è successo
sei scomparsa tra la folla

Mentre continuano a caricarci oltre le scale qualcuno si fa male
oltre la piazza qualcun altro che s’incazza
Per il fallimento di una o dell’altra fazione (x2)

No, amore mio, e che cazzo,
non si è riusciti nemmeno questa volta
a sfondare, a superare quel mucchio e ad occupare quel palazzo
a sfondare, a superare quel mucchio e allora non ci resta che sognare

Ma se sognare è da violenti
figuriamoci lanciare lacrimogeni
figuriamoci spararli anche dall’alto
figuriamoci sputarli dai palazzi

inviata da Alessio - 24/11/2012 - 18:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org