Lingua   

Sogni

Grazia Di Michele
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Il padrone del mondo
(Grazia Di Michele)
Il diritto di amare
(Grazia Di Michele)
Pane e ciliegie
(Grazia Di Michele)


1947
da Il sentiero dei nidi di ragno (cap. VI e VII) di I. Calvino su sottofondo musicale di G. Di Michele
Nell’album “Chiamalavita”, realizzato nel 2005 da Maria Rosaria Omaggio e Grazia Di Michele per ‎l’UNICEF, nell’anno dedicato ai bambini vittime dei conflitti armati, un lavoro interamente basato ‎sulla produzione letteraria del grande scrittore italiano.‎

chiamalavita
L'accampamento s'indovina prima d'arrivarci, per il fumo che si leva sulle cime dei rami e il cantare d'un coro basso che cresce approfondendosi nel bosco.

Sogni dei partigiani sono rari e corti,
sogni nati dalle notti di fame,
sogni sogni legati alla storia del cibo sempre poco e da dividere in tanti:
sogni sogni di pezzi di pane morsicati e poi chiusi in un cassetto.
sogni sogni simili devono fare i cani randagi
sogni d'ossa rosicchiate e nascoste sottoterra.
sogni sogni solo quando lo stomaco è pieno,
sogni solo quando il fuoco è acceso, e non s'è camminato troppo durante il giorno,
sogni ci si può permettere una donna nuda
sogni e ci si sveglia al mattino sgombri e spumanti,
sogni sogni dei partigiani letizia come d'ancore salpate.
sogni e si comincia tra il fieno a parlare di donne,
sogni di quelle passate e di quelle future,
sogni progetti per quando la guerra sarà finita,
sogni a occhi aperti come farfalle e foto ingiallite passano tra le mani.
sogni sogni sogni
sogni a occhi aperti come farfalle e foto ingiallite passano tra le mani.
sogni sogni sogni

inviata da DonQuijote82 - 20/10/2012 - 22:41




Lingua: Italiano

Il brano originale di Italo Calvino
Capitolo VI
L'accampamento s'indovina prima d'arrivarci, per il fumo che si leva sulle cime dei rami e il cantare d'un coro basso che cresce approfondendosi nel bosco.

Capitolo VII
I sogni dei partigiani sono rari e corti, sogni nati dalle notti di fame, legati alla storia del cibo sempre poco e da dividere in tanti: sogni di pezzi di pane morsicati e poi chiusi in un cassetto. I cani randagi devono fare sogni simili, d'ossa rosicchiate e nascoste sottoterra. Solo quando lo stomaco è pieno, il fuoco è acceso, e non s'è camminato troppo durante il giorno, ci si può permettere di sognare una donna nuda e ci si sveglia al mattino sgombri e spumanti, con una letizia come d'ancore salpate.
Allora gli uomini tra il fieno cominciano a parlare delle loro donne, di quelle passate e di quelle future, a fare progetti per quando la guerra sarà finita, e a passarsi fotografie ingiallite.

inviata da DonQuijote82 - 20/10/2012 - 22:44




Lingua: Francese

Version française – RÊVES – Marco Valdo M.I. – 2012
Chanson italienne – Sogni - Grazia Di Michele - 2005

Tiré du roman d'Italo Calvino « Le Sentier des Nids d'Araignée » – 1947 (Il sentiero dei nidi di ragno)


On devine le campement avant d'y arriver par la fumée qui s'élève sur les cimes des branches des arbres et le chant d'un chœur qui grandit quand on s'enfonce dans le bois.
RÊVES

Les rêves des partisans sont rares et courts,
Des rêves nés des nuits de faim,
Des rêves, des rêves liés à l'histoire de la nourriture
Toujours peu et à partager entre tant de gens:
Des rêves, des rêves de bouts de pain mordus et puis renfermés dans un tiroir.
Des rêves, des rêves comme doivent en faire les chiens errants
Des rêves d'os rongés et cachés sous terre.

Des rêves, des rêves seulement quand l'estomac est plein,
Des rêves seulement quand le feu est allumé,
Et qu'on n'a pas trop marché pendant le jour,
Des rêves où on peut s'offrir une femme nue
Des rêves où on s'éveille le matin légers et fringants
Rêves rêves de la joie partisane comme des levées d'ancre.

Des rêves et on commence dans le foin à parler de femmes,
Rêves de celles passées et des futures,
Des rêves de projets pour quand la guerre sera finie,
Des rêves les yeux ouverts comme des papillons
Et des photos jaunies passent entre les mains.
Rêves rêves rêves
Des rêves les yeux ouverts comme des papillons
Et des photos jaunies passent entre les mains.
Rêves rêves rêves

inviata da Marco Valdo M.I. - 23/10/2012 - 09:00



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org