Lingua   

Socialismo

Redelnoir
Lingua: Italiano



E il povero resuscitò nell'illusione
di fantasmi sull'Europa
rinchiusi nell'ennesima Comune
2000 capodanni di bastone
sulla schiena
sotto giro
di una ruota

E un fantasma diventava
verso l'alveare pre-industriale
che il suo verbo riteneva
la saggezza capitale
ma
solo capitale rimaneva
nello scroto
di un cinghiale
che il bastone non sapeva neanche usare
ma pagare chi più prensile di lui
e moti dello stomaco riempiti a cannonate
e fuochi sassi curve e schiene e fianchi
stesi a terra
lunghi passi tutti insieme
sulle barricate capovolte
o nelle fabbriche sconvolte
e Saint-Simon e Owen e Blanqui
nelle coscienze analfabete

E l'Internazionale lanciata contro
un secolo che fabbricava anelli di catene
e Bresci e qualche altro kamikaze
dare sfogo alla violenza contadina
rinchiusa in una fabbrica a bruciare
come fuoco di benzina
e il povero tentò
di consegnare alla ragione
le piaghe di un collare troppo stretto
le ferite secolari
su di un collo tumefatto
nel lontano tempo grigio del suo ego sottomesso
e fantasmi torneremo
dalla luce che brillava
dalle piccole comuni sulla terra
dare l'illusione come un remo
dentro l'acqua
della fine di una guerra
che una classe solitaria
combatteva sulla pelle di scarponi
silenziosi
contro l'aria

E poo Gogliardo Fiaschi (*) nella Spagna
dare sfogo alla coscienza proletaria
e mille e mille altri kamikaze
di coscienza collettiva
come passi sulla ghiaia

(*) Sul libretto: "Goliardo" Fiaschi. L'anarchico si chiamava in realtà "Gogliardo".


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org