Lingua   

L'esilio del canto

Ultimo Attuale Corpo Sonoro
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Flight data recorder
(Ultimo Attuale Corpo Sonoro)
Angina Pektoris
(Nâzım Hikmet)
Büyük insanlık
(Nâzım Hikmet)


[2009]

Album: Ultimo Attuale Corpo Sonoro
Memorie e violenza di Sant'Isabella

copertinauacs01

Per Nazim Hikmet
Accusato di aver tentato di incitare l'esercito turco alla ribellione, Nazim è condannato alle punizioni più terribili: costretto a camminare sul ponte di una nave fino a sentirsi troppo debole per rimanere in piedi, essere poi legato in una latrina dove gli escrementi arrivano a mezzo metro dal pavimento.

Il mio fratello poeta sente le sue forze mancare, resiste con orgoglio.

Con orgoglio comincia a cantare, all'inizio la sua voce bassa poi sempre più alta fino ad urlare. Canta tutte le canzoni, canta qualsiasi cosa la sua mente ricordi, ogni singolo tema d'amore, i suoi stessi versi, le ballate dei contadini, gli inni di battaglia della gente comune.

E cosi l'ha vinta. Nazim l'ha vinta sulle torture della prigionia, su chi l'ha voluto in carcere per 17 anni e sulle privazioni subite, sui giovani turchi, l'ha vinta sui massacri armeni , sui genocidi franchisti, sull'Impero Ottomano, l'ha vinta sui fantasmi del Bosforo.

Ma in cuor suo Nazim ha da scontare un eterno esilio d'amore, e quell'esilio d'amore canta, ed'è feroce, è definitivo più della ribellione di Nazim.

inviata da DonQuijote82 - 29/3/2012 - 10:39



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org