Lingua   

La città nera

Mè, Pék e Barba
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

La nevicata
(Mè, Pék e Barba)
Peronospora
(Mè, Pék e Barba)
La Guèra D'L Baròt
(Modena City Ramblers)


2007
Il vento che soffia dalla luna
vento

Canzone scritta da Alberto Morselli (il cantante che affianca Cisco nel primo disco dei Modena City Ramblers).

me pek e barba


Ognuno di noi subisce un condizionamento negativo che tende a spegnere ogni buon proposito e ci trascina inesorabilmente verso il conflitto. Ma se proviamo ad aprire le ali, ad accendere le candele e a fermare il buio che avanza possiamo fare qualsiasi cosa. Dedicata a Nelly e agli amici di Jambo Fidenza operativi da anni in Chiapas e in Kurdistan. Dal disco "il vento che soffia dalla luna" dei Me Pek e Barba
Sotto le facce delle nostre città
È celato un luogo nero come la notte
Qui cresce una forza che manovra in silenzio
Consuma i ricordi e divora il tempo

E propone lo scontro e slaccia i legami
Che ci confonde e che ci da il pretesto
Che insinua odio e forma bande
Che ci arricchisce ma ci toglie tutto

Ci mette in contatto satellitare, e abbassa le sbarre delle frontiere
Anima oggetti e omologa, ci regala necessità
Intanto il tempo passa, e continua a passare
E alcuni colori, non esistono piú

Ma è ora di aprire le ali, e accendere ogni candela
Volare da soli piú in alto, fare luce sul buio che avanza
Stringere tutte le mani, e scaldare i colori piú freddi
Staccarci da ogni potere, per essere vivi

inviata da DoNQuijote82 - 14/2/2012 - 19:02


Bellissima, non ci sono parole, l'ho sentita nel disco dei Me Pek e Barba è veramente splendida

Paride - 2/3/2012 - 11:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org