Lingua   

Swing Low, Sweet Chariot

Fisk Jubilee Singers
Lingua: Inglese



‎[Prima metà dell’800]‎
Scritta da Uncle Wallace Willis, un “liberto” entrato a far parte - come molti schiavi afroamericani ‎emancipati – di una nazione indiana, nello specifico quella Choctaw (in Mississippi, Florida, ‎Alabama e Louisiana ), che durante la Guerra civile si schierò con i Confederati.‎



Il Grande Carro od Orsa ‎Maggiore – negli States chiamato Grande Mestolo o Zucca per Bere - ed il suo allineamento alla ‎Stella Polare, l’estremo corpo celeste della costellazione dell’Orsa Minore.‎

Il Grande Carro od Orsa ‎Maggiore – negli States chiamato Grande Mestolo o Zucca per Bere - ed il suo allineamento alla ‎Stella Polare, l’estremo corpo celeste della costellazione dell’Orsa Minore.‎



Se la catara Lo boièr è la più antica canzone “cripto-simbolica”, in codice, presente sulle CCG, su ‎queste pagine ce n’è almeno un’altra di canzone del genere, canto adoperato da perseguitati per ‎cercare di sfuggire alla schiavitù impedendo ai propri aguzzini di capire intenzioni, piani di fuga ed ‎il percorso del cammino verso la libertà.‎
Follow the Drinking Gourd era per l’appunto una canzone in codice attraverso la quale veniva indicato uno dei tanti ‎percorsi dell’“Underground Railroad”, la rete di cammini segreti attraverso cui gli schiavi neri ‎tentavano la fuga dagli Stati schiavisti per raggiungere la libertà al Nord:‎



Follow the Drinking Gourd è una vera e propria mappa cifrata che indica una via di fuga da Mobile, in Alabama, ‎lungo il fiume Tombigbee per raggiungere poi il fiume Tennessee (Tombigbee e Tennessee sono ‎oggi congiunti da un canale artificiale costruito nella seconda metà del secolo scorso) e di qui la ‎confluenza con l’Ohio nei pressi di Paducah, nel Kentucky.‎


The Fisk Jubilee Singers negli anni 70 dell’800.‎

The Fisk Jubilee Singers negli anni 70 dell’800.‎



Ma molti altri classici “Negro Spirituals” sono ascrivibili alla storia ed al mito dell’Underground ‎Railroad attraverso la quale, tra la fine del 1700 e la Guerra Civile, non meno di 30.000 ‎afroamericani riuscirono a scappare alla schiavitù. Uno è Go down, Moses ed un altro è proprio questo ‎altrettanto famoso “Swing Low, Sweet Chariot”, nel tempo interpretato da quasi tutte le voci, nere e ‎non, più celebri ed inciso per la prima volta nel 1909 dai Fisk Jubilee Singers, coro nero a cappella ‎di voci femminili e maschili nato nel 1871 presso la Fisk University del Tennessee ed esistente a ‎tutt’oggi. Memorabile anche la versione a cappella di Joan Baez a Woodstock nel 1969.
Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

I looked over Jordan, and what did I see
Coming for to carry me home?
A band of angels coming after me,
Coming for to carry me home.‎

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

Sometimes I'm up, and sometimes I'm down,
‎(Coming for to carry me home)
But still my soul feels heavenly bound.
‎(Coming for to carry me home)‎

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

The brightest day that I can say,
‎(Coming for to carry me home)
When Jesus washed my sins away.
‎(Coming for to carry me home)‎

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

If I get there before you do,
‎(Coming for to carry me home)
I'll cut a hole and pull you through.
‎(Coming for to carry me home)‎

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

If you get there before I do,
‎(Coming for to carry me home)
Tell all my friends I'm coming too.
‎(Coming for to carry me home)‎

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home,
Swing low, sweet chariot,
Coming for to carry me home.‎

inviata da Bartleby - 12/1/2012 - 12:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org